“Continuate a pregare per noi”: il vescovo di Brescia risponde a mons. Vito Angiuli della diocesi di Ugento

820

Ugento – Parole di fede, speranza e solidarietà che corrono lungo la penisola, da un’estremità all’altra: sono quelle formulate dal vescovo di Brescia, mons. Pierantonio Tremolada, che ha risposto al messaggio accorato ricevuto nei giorni scorsi da mons. Vito Angiuli, vescovo della diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca.

«Caro vescovo Vito – scrive commosso Tremolada – la tua lettera è un segno di affetto per la nostra Chiesa e per me che mi riempie di consolazione. Stiamo sostenendo una dura lotta, una grande prova. Vediamo segni meravigliosi di coraggio, generosità e dedizione e ci sentiamo molto uniti. La preghiera è il nostro rifugio. Confidiamo nella bontà del Signore che non chiede mai oltre le nostre forze. Continuate a pregare per noi e sappiate che vi siamo infinitamente grati».

Il vescovo Angiuli aveva inviato nei giorni scorsi una lettera ai vescovi di Bergamo e di Brescia (le due province più colpite dal contagio) per esprimere la solidarietà e la preghiera della diocesi ugentina in questo drammatico momento dell’emergenza Coronavirus,  che sta provando particolarmente le popolazioni della bergamasca e del bresciano.