Contati 17 decessi, mai così dall’inizio dell’epidemia Coronavirus. Andamento complessivo costante. Dove sono i 1.182 contagiati

1840

Lecce – Andamento lento e piuttosto costante in questi giorni che ci avvicinano ad uno dei punti critici come previsto: questo fine settimana. In 968 test, risultati positivi in 89, quasi come ieri, solo che oggi il gruppo degli esaminati è più ampio, con una percentuale di 9,2 punti. Un picco c’è e riguarda il numero dei decessi: 17, il numero più alto dall’inizio dell’epidemia.

Il bollettino arriva puntuale anche oggi, 26 marzo, a cura della Regione e del dipartimento Promozione della salute Vito Montanaro. I positivi cioè infetti risultano risiedere in 28 a Bari; in 13 nella Bat; 3 a Brindisi; 12 a Foggia; 12 a Lecce; 17 a Taranto. Quattro i responsi non attribuiti. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 9.191 test.

Un morto a Monteroni (il quarto)

Sono stati registrati come si diceva 17 decessi: 1 in provincia di Lecce (77 anni), 6 in provincia di Brindisi (77, 71, 82, 54, 87, 79 anni), 8 in provincia di Foggia (86, 92, 80, 77, 57, 89, 74, 75 anni) , 2 in provincia di Bari (92 e 74 anni). Il deceduto leccese è di Monteroni.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 1.182. Nel Leccese si sale a 177 persone. Al già lungo elenco si aggiungono casi rinvenuti a Cutrofiano, Lizzanello (con tampone da ripetere), Nardò, Racale, Aradeo, Galatina (questi ultimi relativi ai degenti dell’ospedale di Gallipoli ora trasportati a Lecce), una infermiera di Gallipoli residente ad Alezio, un contagio anche a Lecce e Carmiano.

Tamponi negativi a Gallipoli

Ha trovato una soluzione gestionale la casa di riposo di Soleto, in cui la situazione era sfuggita di mano dopo il caso mortale di una donna di Serrano (Carpignano salentino). In balia di se stessi e senza assistenza (i 73 dipendenti sono tutti in quarantena) gli 83 ospiti, di cui una ventina contagiati. Se ne occuperà l’Asl che già stasera ha inviato personale sul posto. Tra i contagiati anche quattro oss (operatori socio sanitari), mentre cinque sono in osservazione.

Sulla situazione di Gallipoli vanno riferiti i dati resi noti dal Sindaco Stefano Minerva: dei 60 tamponi effettuati su personale e degenti del Reparto di Medicina, sono cinque i casi positivi mentre gli altri fin qui esaminati (non ancora tutti) hanno fatto registrare esiti negativi.

Dove si trovano adesso queste persone colpite dal virus? In ospedale sono ricoverati in 480; in Terapia intensiva 76; presso il proprio domicilio 539; i deceduti sono 65; i guariti sono 22.