Contagi Coronavirus lievitati nella media di questi giorni, ma pesa la bomba della Residenza anziani di Soleto (88 positivi). Dalla Terapia intensiva ne sono usciti in 62

525

Lecce – Quasi duemila test, esattamente 1.979, per l’infezione da Covid-19 e 127 casi risultati positivi: è il bilancio delle ultime 24 ore (dalle 14,30 di ieri allo steso orario di oggi) contenuto nel bollettino quotidiano diffuso dal presidente Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro. La percentuale si ferma al 6,4 scostandosi di poco da quella degli ultimi giorni.

Buone notizie per i malati in fase acuta

Questi ultimi positivi sono 10 del Leccese; 17 nella Provincia di Bari; 39 nella Provincia Bat; 11 nella Provincia di Brindisi; 41 nella Provincia di Foggia; 8 nella Provincia di Taranto; uno da fuori regione.

Dei 13 decessi odierni nessuno è della provincia di Lecce (6 in provincia di Bari, 4 in provincia di Foggia, 2 nella provincia Bat, 1 in provincia di Taranto). Si contrappone a questo dato quello dei ricoverati in Terapia intensiva scesi a 97, 62 in meno delle 24 ore precedenti. Altri 104 sono tornati nelle proprie case sia pure in isolamento; ci sono stati inoltre 21 pazienti guariti.

I potenziali focolai nelle ex case di riposo

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è adesso di 2.444: 807 nella Provincia di Bari; 177 nella Provincia di Bat; 257 nella Provincia di Brindisi; 605 nella Provincia di Foggia; 378 nella Provincia di Lecce; 190 nella Provincia di Taranto; 25 attribuiti a residenti fuori regione.

Ma su questo aspetto dell’emergenza epidemica gravano le notizie che quotidianamente giungono dal Salento ma anche dal Foggiano. La Casa di riposo per anziani di Soleto resta in prima linea non solo per l’inchiesta penale in corso ma anche per il numero di contagiati: 88, di cui 74 ospiti e 14 operatori medici, infermieristici e sociosanitari. Si sono contati nove deceduti.

Ospedali a rischio contagio: dopo Gallipoli, Castellaneta

Un ospite di un’altra struttura sociosanitaria per anziani di Galatina è risultato positivo ed è ora presso gli Infettivi di Galatina. Nella Residenza ci sono 49 assistiti e 35 operatori. Per ora la situazione resta sotto controllo anche grazie a provvedimenti probabilmente tempestivi. Il divieto di visite agli ospiti è in vigore dal 13 marzo; in questi giorni, dopo il primo caso, si sta partendo con i tamponi laringei prima per il personale e poi per tutti gli altri.

Destano preoccupazione altre ex case di riposo, di cui due nel Foggiano ed una nel Tarantino. Quanto accaduto a Soleto suona come un pesante ammonimento che le autorità sanitarie sembrano aver avvertito in pieno. Come i casi di operatori sanitari ospedalieri risultati positivi: dopo Gallipoli, ecco l’ospedale di Castellaneta (Taranto). Stessa cura: visite parenti bloccate, reparti chiusi, i restanti accorpati e sanificazione ad ampio raggio.

(Nelle foto l’ospedale di Galatina e il Dipartimento emergenze di Lecce)