Consiglio comunale con novità a Casarano: si discute anche delle Cartelle del consorzio di bonifica

La convocazione è per giovedì 29 novembre, alle ore 16, in seduta straordinaria e urgente

986

Casarano – Esordio in Consiglio comunale, a Casarano, per il nuovo assessore Matilde Macchitella. Per l’avvocato si tratta, in realtà, di un rientro dopo aver fatto già parte della prima amministrazione Stefàno. Giovedì 29 novembre, alle ore 16, il presidente del Consiglio comunale Alberto Vizzino ha convocato la seduta straordinaria e urgente con otto punti all’ordine del giorno. Oltre all’avvicendamento nella carica di assessore dell’uscente Adamo Fracasso (sfiduciato lo scorso agosto dal sindaco) con la Macchitella, si discuterà anche di due variazioni di bilancio, dell’affidamento del servizio di tesoreria, del regolamento del consiglio comunale dei ragazzi e della sospensione delle richieste di pagamento del Consorzio Ugento Li Foggi.

Il nuovo assessore A tenere banco sarà la nomina, formalizzata lo scorso 14 novembre,  del nuovo assessore cui vanno le deleghe già attribuite a Fracasso, ovvero attività produttive, qualità della vita, innovazione tecnologica, politiche comunitarie e cooperazione internazionale, agenda digitale, cultura e programmazione strategica, ad eccezione del verde pubblico e del decoro urbano che passano al vicesindaco Ottavio De Nuzzo.

Fratelli d’Italia Quella di giovedì sarà pure la prima Assise con l’appoggio “esterno” del consigliere di Fratelli d’Italia Gianluca Musca (che, da consigliere, ha pure rimesso la delega alla legalità. In seguito alla nomina del nuovo assessore, infatti, il partito della Meloni si è defilato dalla maggioranza (visto che è l’unico partito non rappresentato in Giunta) non condividendo la scelta operata dal sindaco Stefàno. Il voto di FdI verrà, d’ora in poi, valutato, “caso per caso”. Nell’ambito dello stesso schieramento politico, si registra la nota del portavoce cittadino di Gioventù nazionale, Samuel Aradeo, il quale nel sottoscrivere la posizione presa da Fratelli d’Italia nei confronti dell’Amministrazione comunale ritiene quest’ultima “vittima di giochi di potere”.