Confindustria Lecce completa la sua “squadra” con i nuovi organi di controllo

1368
Giancarlo Negro

Lecce – Nuovi organi di controllo nell’ambito di Confindustria Lecce. L’assemblea dello scorso 18 dicembre ha eletto i sei probiviri nelle persone di Michele Bonsegna, avvocato di Nardò, Tommaso De Pasquale della Minermix srl di Fasano; Salvatore De Riccardis  delle Fonderie de Riccardis srl di Soleto (nonché past president), Sandro Matino avvocato di Leverano; Andrea Montinari della Gmh srl di Lecce e Giorgia Marrocco della Pimar srl di Cursi.

L’assemblea ha pure eletto i tre revisori contabili in Maurizio Renna (presidente), Maria Gabriella Nielli (entrambi di Lecce) e Maria Luce Refolo (di Maglie) ed ha designato i sei componenti elettivi del Consiglio generale: Stefania Mandurino di Elios Tours sas di Mandurino Stefania & C (Lecce); Giuseppe Nielli di Brains srl (Lecce); Donato Pascali di Meccanica Meridionale srl (Lecce); Antonio Quarta di Quarta Caffè spa (Lecce); Tiziana Stefanizzi dell’Editrice salentina srl (di Galatina); Filippo Surace del Centro di fisioterapia Surace di C. Surace e Co sas (di Maglie).

Tre nomi nel Consiglio generale

Al termine delle votazioni, a norma dell’art. 9 dello Statuto, il presidente Giancarlo Negro ha infine proceduto alla nomina di altri tre componenti del Consiglio generale: Carlo Cascella di Enel Spa; Antonio Lomuzio di Ferrovie dello Stato; Michela Presta di Tap.

«L’elezione e la scelta dei nuovo componenti del Consiglio generale – afferma Negro –  completa una squadra che si trova ad affrontare un momento davvero delicato per l’intero sistema associativo, ma che ben rappresenta gli equilibri del tessuto economico del territorio e che opererà al meglio nel trovare tutte le strade a supporto della crescita e dello sviluppo. Piccole, medie e grandi imprese sono presenti all’interno dell’Organo di governo allargato dell’Associazione, consentendo così il miglior confronto per la soddisfazione di tutti i bisogni industriali ed occupazionali del Salento».