Con alcol e droghe eppure alla guida di automezzi: decine di denunciati. Per traffico di stupefacenti due arresti

362

Gallipoli – Dodici arresti, 39 denunce a piede libero, 35 persone segnalate e numerose patenti ritirate: questo il bilancio dell’operazione First Cold (primo freddo) condotta dai carabinieri in questo fine settimana con l’impiego di 120 militari, 60 veicoli, 1.285 persone controllate insieme a 412 veicoli in tutta la provincia di Lecce.

Venendo al Sud Salento, la voce “guida in stato  di ebbrezza” e sotto effetto di droghe riempie oltre due pagine fitte di soggetti incappati nella rete dei controlli. Per abuso di alcol mentre si era alla guida di autovetture sono stati individuati conducenti di Neviano, Poggiardo, Botrugno, Uggiano la Chiesa, Muro Leccese, Maglie.

Decine di patenti ritirate

In preda a sostanze stupefacenti e, nonostante ciò, in circolazione con la propria auto sono risultati automobilisti di Melissano, Muro, Cursi, Scorrano, Nociglia, Galatone, Maglie, Otranto.

Pubblicità

Per rifiuto di sottoporsi al test si sono viste ritirare la patente persone di Gagliano del Capo, Minervino di Lecce, Uggiano, Sanarica, Muro, Poggiardo, Tricase. L’elenco delle sostanze rinvenute e sequestrate comprende due grammi di hashish, 25 di marijuana, metà grammo di cocaina, cinque spinelli e una piccola quantità di metadone.

In carcere in due per scontare la pena

Operazione Contatto Tra gli arrestati proprio per associazione a fini di traffico illecito di stupefacenti, figura nel report dei carabinieri il 40enne Marco Pica di Sogliano Cavour. I carabinieri di Cutrofiano e della Compagnia di Maglie hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione dell’uomo di 40 anni, condannato a 5 anni e due mesi. Di lui si è parlato durante la recente operazione denominata “Contatto”.

Con la droga ha avuto a che fare e perciò è stato arrestato ai carabinieri di Bagnolo del Salento Eugenio Antonio Campa di 61 anni. L’ordine di carcerazione è arrivato dalla Procura della Repubblica presso la Corte di Appello per scontare una pena residua di sei anni e sette mesi, per reati commessi nelle province di Lecce e Brindisi.

Nove persone sono state infine segnalate alla Prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti.

 

 

Pubblicità