Commercio senza scontrino: sospese 51 attività dall’inizio dell’anno

1407

GALLIPOLI. Nel mese di maggio, i finanzieri della Compagnia di Gallipoli hanno eseguito 9 provvedimenti di sospensione nei confronti di altrettanti esercizi commerciali responsabili di non avere emesso  lo scontrino fiscale. Si tratta, nello specifico, di sei commercianti di abbigliamento di origine asiatica, una macelleria e due ambulanti, rispettivamente di profumi e prodotti ortofrutticoli, operanti in diversi comuni del Sud Salento.

Gli atti sospensivi, emessi dalla Direzione Regionale delle Entrate di Bari, variano dai tre ai sette giorni e sono stati applicati in seguito a quattro distinti episodi di violazione avvenuti nell’arco di cinque anni. Dall’inizio dell’anno, le Fiamme Gialle hanno provveduto ad eseguire 51 chiusure in esecuzione di altrettanti provvedimenti e a segnalare all’Agenzia delle Entrate 48 soggetti economici per l’irrogazione di analoghe sanzioni.