Collepasso e l’arcidiocesi di Otranto piangono mons. Quintino Gianfreda. In cattedrale i funerali

La tumulazione nella cappella di famiglia nel suo paese d'origine

2786

Collepasso – L’arcidiocesi di Otranto e la comunità di Collepasso sono in lutto per la scomparsa, questa mattina all’alba, di mons. Quintino Gianfreda. Il vicario diocesano aveva 84 anni e da alcuni giorni era ricoverato presso Casa Betania, a Tricase, per via di un male incurabile che gli era stato diagnosticato appena lo scorso novembre. I funerali si terranno mercoledì 6 febbraio, alle ore 15, in cattedrale a Otranto (dalle 11 la salma resterà esposta per presso il santuario di Santa Maria dei Martiri). Al termine della  celebrazione, mons. Quintino verrà tumulato nella cappella di famiglia all’interno del  cimitero di Collepasso, paese dov’era nato il 24 ottobre 1934.

Ordinato sacerdote il 5 luglio del 1959, mons. Quintino ha rivestito il ruolo di vicario per oltre un trentennio collaborando con i vescovi  Vincenzo Franco, Francesco Cacucci e con l’attuale Donato Negro. Dallo scorso 15 giugno era vicario generale emerito della Diocesi di Otranto essendo stato sostituito, nelle funzioni operative, dal suo concittadino don Giuseppe Mengoli, parroco della chiesa “Maria Santissima Immacolata” di Maglie. Tanti gli incarichi importanti e di prestigio che gli sono stati affidati nel corso degli anni all’interno della Diocesi, da rettore del santuario dei Martiri a canonico del Capitolo della Cattedrale. Mons. Quintino è stato pure direttore del museo diocesano e della rivista diocesana “L’eco idruntina”.
Pubblicità