Cittadinanza onoraria di Venosa al professore Raffaele Coppola con convegno sulla beatificazione di Aldo Moro

480

Gallipoli – Cittadinanza onoraria della città di Orazio al professore Raffaele Coppola, di Gallipoli. E’ fissata per domani la cerimonia per il conferimento del riconoscimento presso l’aula magna dell’Istituto “E. Battaglini” alle ore 10 a Venosa. Nell’occasione è stato organizzato un convegno di studi sul processo di beatificazione di Aldo Moro, il presidente della Democrazia cristiana ucciso durante un attentato terroristico a Roma il 9 maggio del 1978.

L’illustre gallipolino originario di Alezio è direttore del Centro di ricerca “Renato Baccari” presso l’Università degli studi di Bari e, tra altri incarichi, è membro (riconfermato di recente) del corpo degli avvocati della Santa Sede, avvocato della curia romana e del Tribunale della Sacra Rota, oltre che patrocinante in Cassazione e docente nell’Università di Bari, è stato nominato da papa Francesco Promotore di giustizia della corte d’appello dello Stato Città del Vaticano.

La cerimonia a cura del Comune di Venosa, provincia di Potenza, prevede gli interventi degli amministratori locali, del Sindaco di Gallipoli e Presidente della Provincia, Stefano Minerva, dell’avvocato Mario Siniscalchi, altro cittadino onorario di Venosa, e dello stesso professore Coppola “Promotore di Giustizia e Avvocato di Santa Sede”.

Pubblicità

Il convegno su Moro prevede una sessione mattutina, nel corso della quale tra gli altrui il prof. Coppola relazionerà su “Aldo Moro o della “perfezione” del politico cristiano, pagine sparse e metodologie”.

Nel pomeriggio i lavori si sposteranno presso la chiesa di San Domenico e si apriranno con l’intervento del vescovo Melfi-Rapolla-Venosa, monsignor Ezio M. Lavorano. A coordinare i lavori sono stati chiamati il professore Coppola e il direttore della Gazzetta dl Mezzogiorno, Giuseppe De Tomaso.

Pubblicità