Ciclismo, sui Monti Sibillini spicca il neretino Alessandro Greco

2190
Walter, presidente della società sportiva, e Alessandro Greco
Walter, presidente della società sportiva, e Alessandro Greco

Nardò. Brilla l’Albatros Team Bike Nardò al “Gran fondo dei monti Sibillini”, il massiccio appenninico tra Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Perugia. Luccica, più di tutti, il talento di Alessandro Greco, 16enne ciclista neretino, primo classificato nella categoria Allievi. Nella 24esima edizione del percorso composto da 154 chilometri di sudore e sacrificio, ottima anche la seconda piazza di Simone Valentino, classe ’98 di Leverano, altro atleta griffato Albatros. Luigi Dell’Anna, Luigi Bianco, Salvatore Paglialunga, Marco Cecchini, Luigi Rizzo, Antonio Gaballo e Walter Greco, gli altri partecipanti neretini alla impegnativa rassegna sull’appennino umbro-marchigiano. Proprio quest’ultimo, presidente del Team Bike, è il padre del vincitore Alessandro. «Mio figlio – commenta orgoglioso Walter Greco – già all’età di tredici anni si impose nella sua prima gara a Galatina. Da quattro anni è sempre sul podio tra gli amatori». Grandi complimenti anche al secondo, Simone Valentino. «Esordì come biker – ricorda il presidente dell’Albatros – e iniziò la sua avventura con noi due anni fa, raccogliendo quattro podi sui vari circiuti regionali e nazionali. Solo in questa stagione si è messo in discussione nel ciclismo su strada, con ottime prove». Per Alessandro e Simone le porte dei professionisti potrebbero presto spalancarsi. «Hanno ancora due anni di dilettantismo – prosegue – ma le condizioni per il grande salto ci sono tutte. Questo è forse lo sport più duro che esista – conclude Greco – ma la loro tenacia e volontà sono delle garanzie».