Cicerone “abusivo” porta i turisti in giro per il centro, ma senza avere i titoli richiesti dalla legge: per lui sanzione da 1.000 euro

731

Nardò – Illustrava le bellezze del centro storico ad un gruppo di turisti ma senza averne titolo, ovvero in maniera abusiva. Sono stati gli agenti della Polizia locale di Nardò, diretti dal comandante Cosimo Tarantino, a sanzionare l’uomo che, a quanto pare da anni, svolgeva indisturbato tale attività sprovvisto del tesserino di guida\accompagnatore (che deve essere obbligatoriamente esibito) e di alcun titolo abilitativo.

La guida turistica accompagnava una trentina di turisti nel centro storico della città senza averne titolo visto che la legge regionale n. 13 del 2012 (così come successivamente modificata) indica l’iter da seguire per la formazione e le modalità dell’esame abilitativo con la successiva iscrizione nell’apposito albo regionale. All’uomo è stata comminata una sanzione di 1000 euro.

Le verifiche continueranno

Le verifiche della Polizia Locale di Nardò continueranno anche nelle prossime settimane, considerata la presenza di un cospicuo numero di turisti in città. «Questa – spiega l’assessore alla Polizia locale Nadia Manieri – è una professione disciplinata da una legge, che rappresenta lo strumento più efficace per tutelare una categoria importantissima del comparto turistico. Purtroppo, anche su questo fronte dobbiamo fare i conti con qualcuno che pensa di poter fare a meno di osservare le regole. L’invito a chi viene in città è quello di affidarsi solo a guide abilitate e di segnalare gli abusivi».

«Da sempre – aggiunge l’assessore al Turismo Giulia Puglia – lavoriamo a un turismo di qualità, che significa anche legalità. Questi Ciceroni senza alcun titolo e magari senza nemmeno grosse competenze, purtroppo, recano un danno al territorio. Innanzitutto a livello di immagine e poi come contributo alla concorrenza sleale in una categoria che è molto cresciuta negli ultimi anni, con il boom del turismo nel Salento e in Puglia».