Chiosco abusivo e barche sul demanio tra Mancaversa e Lido Pizzo

1980

TAVIANO. Intensa l’attività dei militari della Guardia costiera di Gallipoli per occupazioni senza titolo di aree demaniali tra Lido Pizzo e Mancaversa. Qui, in località “Paterte” (foto), è stata accertata la realizzazione di un chiosco in assenza del previsto titolo concessorio e del permesso a costruire: il trasgressore è stato denunciato in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria. Sempre nella stessa zona della marina di Taviano, sono state sequestrate e rimosse quattro imbarcazioni adagiate sul demanio marittimo che impedivano la libera fruibilità del litorale. Nei pressi del Parco regionale di Punta Pizzo, invece, la denuncia è scattata per il titolare di un locale adibito a discoteca che avrebbe occupato abusivamente circa 60 metri quadrati di zona demaniale marittima senza es- sere in possesso del previsto titolo concessorio e del nulla osta dell’autorità marittima.

L’attività di controllo e di prevenzione della Guardia costiera è stata intensa per tutta l’estate. Anche l’ultimo fine settimana ha fatto registrare un numero importante di interventi. Sono state ben 146 le verifiche effettuate, di queste 52 via mare e 94 via terra. Dieci sono state le sanzioni amministrative per un importo complessivo pari ad oltre mille euro. Denunciata anche persona in stato di libertà. Trenta, invece, sono state le chiamate pervenute presso la sala operativa per segnalazione di condotte illecite lungo il litorale o di richieste di soccorso. Da segna- lare nell’ultimo periodo anche il soccorso a otto migranti siriani in difficoltà nel mare di S.Maria di Leuca.