Cerca di acquistare mascherine on line: farmacista truffato. Denunciati in due

249

Lecce – Sono stati individuati dalla divisione anticrimine della Questura di Lecce i due uomini che lo scorso marzo hanno truffato un farmacista della provincia di Lecce che cercava di acquistare delle mascherine on line. Si tratta di un 65enne casertano di Marcianise e di un cinese di 55 anni non residente stabilmente in Italia.

Nel corso della prima ondata di contagi da Coronavirus, il farmacista cerò di procurarsi i preziosi dispositivi di protezione del tipo FFP3 per alcuni pazienti oncologici e immunodepressi- Dopo essersi registrato sul sito internet “Pharmamedical.eu”, creato ad hoc e chiuso dopo pochi giorni, il farmacista contattò telefonicamente il referente il quale fornì la disponibilità  alla fornitura immediata delle mascherine previo pagamento di una somma pari a 485 euro su di una carta Postepay.

La truffa

Dopo aver eseguito il versamento, tuttavia, il farmacista si è accorto che il beneficiario del bonifico era persona diversa da quella con cui pensava di aver trattato l’acquisto: quest’ultimo, nel frattempo, si era reso irrintracciabile. In seguito alla denuncia presentato dal truffato, il personale della Divisione anticrimine della Questura di Lecce ha potuto accertare che il sito internet e il numero di telefono erano stati creati ad hoc per truffare i clienti, come i titolari di farmacie e parafarmacie, che in quel periodo cercavano in tutti i modi di approvvigionarsi di presidi per la protezione individuale carenti sul mercato.

Le ulteriori indagini hanno permesso di risalire agli autori della truffa, entrambi denunciati in stato di libertà: incensurato il casertano; con un precedente specifico commesso in provincia di Pescara alla fine del 2019 il cinese.