“C’era una volta” e ci si scopre uomini

1643
Alberto Nutricati
Alberto Nutricati

SIMU SALENTINI. Semplice parlare di fiabe? Solo apparentemente e per chi non sospetta che cosa ci sia dietro il racconto di una fiaba. Cose da bambini? No cose da adulti e per diventarlo in modo consapevole. Se ne ha la prova con la la lettura del bel saggio di Alberto Nutricati (foto) “L’enigma delle fiabe. Oltre i simboli e le parole” edito qualche settimana fa da Ghetonia, l’associazione storica di Calimera che ha avuto e ha un ruolo importantissimo nello studio e nella divulgazione della tradizione culturale grika. Partendo dalla caratteristica ormai accertata dell’oralità della fiaba e dalla sua origine “popolare”, Nutricati (di Casarano) fa un’analisi comparata tra due fiabe, una proveniente dall’isola di Creta “Teodora” e l’altra “Il re Portogallo” dalla Grecìa, contenuta nella raccolta di Vito Domenico Palumbo. La comparazione tra le due fiabe è in chiave psicologico-analitica, secondo cui esse sarebbero un importante strumento perché l’uomo raggiunga la piena conoscenza di sé e delle sue potenzialità.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!