Castro, nel vecchio maniero il Castello delle idee e della biblioteca di comunità

3156

Castro – Sono iniziati  al Castello aragonese i lavori di restauro  per potenziare la Biblioteca esistente destinata a diventare una “Biblioteca di comunità: un Castello di idee presso il Castello di Castro”, all’interno  del progetto finanziato dalla Regione Puglia  per un importo complessivo  di 433.762,04 euro.

Luigi Fersini, Sindaco di Castro

Il  Castello, completamente restaurato negli ultimi anni, dispone di una sala convegni e  ospita, nelle sale e nel torrione angolare di levante, il Museo civico “Antonio Lazzari” con la mostra archeologica permanente “Castrum Minervae: tra Greci e Messapi”, che permette di ammirare i numerosi e vari reperti provenienti dalle recenti campagne di scavo nel centro storico.

Cosa prevede il progetto

Il progetto, promosso dall’Amministrazione comunale guidata da Luigi Fersini e condiviso con la comunità all’interno della programmazione partecipata “Ripensiamo Castro”, ha l’obiettivo di creare  una Biblioteca come  “luogo aperto alle famiglie grazie alla vasta scelta di servizi che si rivolgono a tutte le fasce d’età”. Luogo aperto, quindi per i genitori e i figli, un  “grande centro culturale polifunzionale”, un “castello di idee” come suggerisce il titolo del progetto.

Prevista  una nuova area in cima alla torre, attualmente all’aperto, che amplierà notevolmente la superficie della biblioteca. Ci saranno due grandi finestroni che permetteranno di allargare lo sguardo fino a Leuca. L’area in questione  si potrà raggiungere sia con una rampa di scale esterna che con  un ascensore interno.

Tacnologia innovativa e arredi sicuri

La Biblioteca si avvarrà di tutti gli arredi e  servizi tecnologici a vantaggio dei più giovani e di  chi ha qualche difficoltà visiva e motoria.  Completeranno il progetto la digitalizzazione della biblioteca esistente e l’acquisto di nuovi libri.

La progettazione esecutiva e la direzione dei lavori è affidata all’ architetto Gaetano Leopizzi di Parabita;  la ditta esecutrice dei lavori è Edilcostruzioni srl di Santa Cesarea Terme. La durata prevista dei lavori è di 180 giorni naturali e consecutivi.