Case popolari in degrado a Taurisano. Pisicchio (Regione): “Messa in sicurezza già effettuata”; Trevisi: “Situazione sempre più grave”

1319

Taurisano – Gravi condizioni di degrado per le case popolari di via Tevere e via Lecce: la situazione era già stata denunciata un anno fa dal consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle Vittorio Ciurlia, e poi portata all’attenzione della Regione dal consigliere regionale Antonio Trevisi, con un’interrogazione depositata in Giunta. A quell’interrogazione oggi risponde l’assessore Alfonso Pisicchio dichiarando che, secondo la dirigenza dell’Arca, “su quei fabbricati sono stati già effettuati interventi di messa in sicurezza”.

PISICCHIO: “VERIFICHE IN CORSO”

Alfonso Pisicchio
Alfonso Pisicchio

Gli alloggi popolari, infatti, non sono di proprietà comunale e quindi le decisioni in merito non spettano al Comune ma all’Arca. “Da quello che ci viene rassicurato dai dirigenti dell’Arca – chiarisce Pisicchio – in questo momento l’attenzione pare abbastanza alta”.

La Regione tiene a sottolineare la propria responsabilità marginale nella vicenda: “Vorrei rammentare – aggiunge infatti Pisicchio – che la Regione esercita una funzione esclusivamente amministrativa, relativa alla programmazione degli interventi di edilizia residenziale, non ha competenze gestionali. Sono le agenzie che devono verificare lo stato del patrimonio e di conseguenza programmare gli interventi di manutenzione, recupero e riqualificazione da sottoporre eventualmente alla Regione”.

“Comunque, posso assicurare – conclude – che stiamo facendo un’ulteriore verifica delle esigenze di questo patrimonio immobiliare, partendo soprattutto da quelle più antiche, dove risultano esservi interventi più importanti da realizzare. Stiamo cercando di fare un piano per tutta la regione e, quindi, per tutti gli immobili di proprietà delle Arca”.

LA REPLICA DI TREVISI: “SITUAZIONE OGNI GIORNO PIÙ GRAVE”

Antonio Trevisi
Antonio Trevisi

Nonostante le rassicurazioni di Pisicchio sugli interventi di messa in sicurezza, Trevisi sottolinea che lo stato di degrado degli alloggi popolari persiste, e anzi risulta aggravato: “Tondini di ferro scoperti e calcinacci – scrive il pentastellato in una nota – sono un rischio per l’incolumità dei residenti e dei bambini che giocano nei cortili delle abitazioni. Ci sono intere palazzine che hanno balconi da cui stanno crollando i calcinacci”.

“Purtroppo – prosegue Trevisi – si tratta di una situazione che riguarda gli alloggi popolari di diversi Comuni, per questo abbiamo ribadito la necessità che la Regione solleciti l’Arca Puglia per una ricognizione dello stato di tutte le palazzine. Bisogna procedere al più presto con la messa in sicurezza degli edifici per evitare un ulteriore peggioramento dello stato delle palazzine. Non possiamo permettere che chi attraversa quei cortili tutti i giorni metta a rischio la propria incolumità”.