Case fantasma? Solo per le tasse

1388

Gallipoli. Ci sono sul territorio gallipolino circa 400 case fantasma. E il Comune deve recuperare da questi immobili gli introiti per la vecchia Ici e per la Tarsu. Lo evidenzia il consigliere comunale della civica Gallipoli 2012, Aldo Petrucci che ha chiesto lumi al sindaco Errico e all’Amministrazione sul recupero dell’evasione fiscale e anche sulla riscossione dei canoni degli immobili comunali. Lo ha fatto presentando un’apposita interrogazione tramite il presidente del Consiglio comunale, Cosimo Giungato, e nella quale rimarca la circostanza secondo cui l’Agenzia del Territorio, circa due anni addietro, ha segnalato al Comune di Gallipoli la presenza di circa 400 “immobili fantasma”, che non sono da intendersi necessariamente abusivi, ma per i quali non c’è alcuna tracciabilità negli uffici di palazzo di città per diverse ragioni e dai quali con molta probabilità il Comune non ha incamerato le dovute tassazioni. Ecco perché il consigliere Petrucci ha chiesto di sapere se per tali immobili “fantasma” sia mai stata avviata l’opera di recupero dell’ex Ici, ora Imu, e della tassa sui rifiuti anche per gli anni pregressi.  L’associazione di riferimento di “Gallipoli 2012” intanto ha inaugurato la nuova sede del sodalizio politico-culturale in via Urso 10. E nell’occasione ha “presentato” anche il presepe natalizio.