Case abitate ma senza acqua e fognatura: in Consiglio a Gallipoli l’ok finale per le reti a Rivabella, Baia verde, Lido Conchiglie

1112
Baia verde

Gallipoli – Pronto per l’ultimo passaggio di carte e per il primo passo verso il cantiere il progetto per il completamento del servizio idrico e fognante di aree cittadine diventate da tempo importanti come le frazioni di Baia verde, Lido Conchiglie e Rivabella. L’ultimo disco verde lo darà il Comune martedì 16 marzo, col Consiglio comunale programmato.

I consiglieri sono chiamati ad approvare la variante urbanistica al piano regolatore generale con relativa dichiarazione di pubblica utilità dell’opera riguardante una utenza di circa 25mila persone (dati Istat 2014) tra residenti, seconde case, posti letto alberghieri e di altra natura. L’intervento complessivo è stato finanziato nell’ambito del Por Puglia 2014-2020, azione Reti.

In arrivo 4.500 metri di fognatura

E di reti di prima necessità si tratta, estesa 4.507 metri quella della fognatura nera che riguarda ben 12 strade senza nome di Padula bianca e otto di Rivabella. I tronchi di acquedotto previsti sono da ubicare in otto strade senza nome di Padula bianca, in tre di Rivabella e nell’agglomerato di Gallipoli: tre strade senza nome, vie Pagliano, Gramsci, Galilei, Arene, Firenze, Torino, Pindemonte, lungomare Galilei.

La strada percorsa non è stata breve, evidentemente, se il primo elenco di agglomerati incompleti è datato 1 febbraio 2006 da parte dell’Acquedotto pugliese; dopo tre anni è arrivato poi il primo studio dettagliato con Aqp, Autorità idrica pugliese, Regione Puglia, con la stima dei fabbisogni idrici. Si sono poi susseguite numerose conferenze di servizi per acquisire i pareri di Snam, Soprintendenza archeologica belle arti e paesaggio, Enel, Comune di Gallipoli, consorzio di bonifica Arneo.

Altri 2.965 metri di rete idrica

“All’interno del cosiddetto centro abitato urbano – si legge in un passaggio del voluminoso progetto – rientrano gli interventi di potenziamento e completamento dei collettori che risultino insufficienti o che siano funzionali al completamento della rete fognaria”. Uguali gli obiettivi per la rete idrica per una lunghezza pari a 2.965 metri.

Previsti anche otto impianti di sollevamento a Baia verde, Rivabella, Lido Conchiglie, Riva Levante, Lido San Giovanni, via Genuino e via Sannicola. L’incremento della dotazione idrica nelle zone interessate dal progetto varia dai 60 litri per abitante al giorno ai 140. Tra i primi interventi del cantiere ormai prossimo la bonifica dei tracciati interessati dai lavori, compresa la ricerca di eventuali ordigni bellici.