Casarano senz’acqua per 8 ore a causa dei lavori alla condotta principale. Scuole chiuse (ma non tutte)

La Provincia invita i dirigenti a sospendere le lezioni al suono della ricreazione

2256

Casarano – L’Acquedotto pugliese sospende l’erogazione idrica in città e le scuole chiudono (ma non tutte) per evidenti motivi igienico – sanitari. Accade a Casarano dove martedì 19 febbraio la società idrica svolgerà dei lavori sulla condotta adduttrice per la riparazione di una perdita e dovrà, per questo, chiudere i rubinetti, in tutta la città, per circa 8 ore, dalle 9 alle 17.

Tre Istituti aperti Dopo le ordinanze di chiusura disposte dal sindaco Gianni Stefàno per gli Istituti comprensivi e per l’asilo nido comunale, quest’oggi sono state soltanto tre le scuole superiori ad aver segnalato le loro problematiche in relazione alla restrizione idrica. Quindi, al momento, a restare a casa saranno gli studenti dei licei “Vanini” e “Montalcini” e del tecnico commerciale “De Viti De Marco”. Questo prevede l’ordinanza n. 20 firmata quest’oggi dal Sindaco.

Le “risorse idriche” Il problema ruota, infatti, circa le eventuali “riserve idriche” che gli Istituti potrebbero autonomamente avere. Lo stesso Acquedotto pugliese parla di disagi “per gli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo”.

Pubblicità

La Provincia Sempre in mattinata, la Provincia (sua è la gestione degli istituti superiori) ha invitato tutti i dirigenti a sospendere le lezioni “prima dell’intervallo di ricreazione”. La nota, a firma del dirigente del servizio Edilizia e patrimonio, gestione e programmazione rete scolastica, Stefano Zampino, è stata inviata ai dirigenti di tutti gli istituti superiori, ovvero “Vanini”, “Montalcini”, “De Viti De Marco”, “Meucci”, “Bottazzi” e “Giannelli”.

A casa dopo la “ricreazione” «Attesa la non possibilità di prevedere, in ragione dei consumi stimati, la durata della riserva idrica degli istituti scolastici, si invita a disporre, in via cautelativa – si legge nella nota della Provincia – la sospensione delle lezioni prima dell’intervallo di ricreazione, salvo esigenze didattiche specifiche ed indifferibili riferite, esclusivamente, ad un numero limitato di classi».

 

Pubblicità