Casarano – “Luigi Mengoli, artista dell’intarsio ligneo” è il titolo del catalogo delle opere di Gino Mengoli presentato nei giorni scorsi a Casarano in occasione del primo anniversario della scomparsa dell’artista.

Docente di ebanisteria nei licei artistici di Poggiardo e di Nardò e poi di modellistica all’Istituto d’arte di Parabita, Mengoli ha alternato la sua attività di docenza a quella artistica, guadagnando numerosi attestati di stima e segnalazioni su riviste locali e nazionali. Il suo nome è legato anche all’impegno in campo civile e sociale, intensificatosi dopo il trasferimento a Casarano, nel 1977.

Il catalogo, curato dal presidente del circolo locale della “Dante” Fabio D’Astore e da Emanuele Mengoli, figlio dell’artista, è stato presentato nell’auditorium comunale “Gino Pisanò” alla presenza del sindaco Gianni Stefàno, del presidente del Circolo cittadino degli Amici Claudio Casciaro con gli interventi di Antonio Camisa e Franco Ventura. Intermezzi  musicali a cura del coro “Maurizio Portone”, diretto da Mariannina Licci.

Pubblicità

«Partito da posizioni vicine all’astrattismo e all’impressionismo – si legge nel catalogo – è alla continua ricerca di forme espressive nuove, mediante la costante ricerca di tecniche e materiali da utilizzare per definire un proprio, originale linguaggio artistico, che troverà la sua massima espressione nella tarsia lignea».

Pubblicità

Commenta la notizia!