Casarano: pronta la nuova Giunta

2521

CASARANO. Giunta comunale pronta a Casarano. Il sindaco (riconfermato) Gianni Stefàno la annuncerà giovedì 27 luglio, alle ore 12,30, presso Palazzo di Città. Dopo alcune settimane di lavoro per ottenere la giusta “quadratura” del cerchio, forte del consenso ottenuto sia al primo turno (46%) sia al ballottaggio (60,59%).Nei giorni scorsi, intanto, è arrivata la conferma ufficiale dei consiglieri eletti a cura dell’apposita commissione elettorale. Nessuna sorpresa nei nomi con la maggioranza composta da Ottavio De Nuzzo, Laura Parrotta, Rosi Scarangella e Giovanni Ferrari (lista Gianni Stefàno sindaco),Daniele Gatto, Alberto Vizzino e Giulia De Lentinis (Direzione Italia), Adamo Fracasso (Popolari per Casarano), Aldo Torsello (Verdi ecologisti) e Gianluca Musca (Fratelli d’Italia) e dallo stesso Stefàno, e la minoranza composta da Mauro Memmi (sfidante al ballottaggio), Attilio De Marco (Partito democratico), Umberto Totaro (Orgoglio Casarano), Luigi Bartolomeo (Unione di centro), Emanuele Legittimo (liste civiche) ed Enrico Giuranno (5 Stelle).

La composizione dell’Assise consiliare dovrà necessariamente mutare in seguito alla nomina della Giunta. Da parte di Stefàno c’è la spinta a confermare il più possibile la squadra uscente anche se occorre tener presente le necessità imposte dai nuovi equilibri in maggioranza, dai risultati individuali e dalle quote rosa, con la presenza di due donne in Giunta. Certi di entrare a far parte del nuovo Esecutivo dovrebbero essere gli assessori uscenti Ottavio De Nuzzo e Laura Parrotta (nell’ordine, i due più suffragati in assoluto), e in questo caso in Aula dovrebbero sedere Fabiola Casarano e Alessandro Antonaci. Con un posto in Giunta per Daniele Gatto (438 voti con “Direzione Italia”) in Consiglio troverebbe posto pure Giampiero Marrella mentre più incertezza resta per gli ultimi due posti con in ballo i nomi di Musca (primo dei non eletti è Giacomo Bellomo), Aldo Torsello (figlio dell’assessore uscente Marcello) e dell’assessore uscente Matilde Macchitella (attualmente fuori dal Consiglio). Per la presidenza del Consiglio il nome più papabile appare quello di Alberto Vizzino, a nche se non sono escluse sorprese. Dalla proclamazione degli eletti decorrono i dieci giorni entro i quali il sindaco dovrà convocare la nuova assemblea cittadina che dovrà, poi, riunirsi entro i successivi dieci.