Casarano e dintorni: cocaina e altra droga pronta per lo spaccio. I carabinieri sventano una rapina in un supermarket

13708

Casarano – Diversi sono stati nelle ultime ore gli arresti operati dai carabinieri della Compagnia di Casarano in città e nei paesi limitrofi.

A Supersano il 33enne Antonio Salvatore Anastasia è stato trovato in possesso di 27,7 grammi di cocaina nascosti all’interno di una stampante oltre a 4,3 grammi di hashish e 2,3 di marijuana e materiale utile per il confezionamento delle dosi. L’uomo è stato sottoposto ai domiciliari.

La droga sequestrata

Altra droga a Racale dove un uomo del posto è stato trovato in possesso di quattro dosi contenenti complessivamente 1,02 grammi di cocaina mentre un ragazzo aveva con se 0,2 grammi della stessa sostanza oltre a 44 grammi di marijuana. Spaccio anche a Taurisano dove nell’abitazione di un uomo del posto è stato trovato un grammo e mezzo di marijuana oltre ad un bilancino di precisione.

A Melissano stesso provvedimento per il 25enne Roberto Russo nella cui abitazione i carabinieri hanno trovato un involucro contenente 70 grammi di marijuana nascosto all’interno di uno sgabuzzino oltre ad 875 euro in contante, somma proveniente dalla presunta attività di spaccio, materiale vario utile per confezionare le dosi e pure un proiettile calibro 22.

La rapina sventata

Ancora a Melissano i carabinieri della locale Stazione hanno bloccato un 54enne che aveva in animo di compiere una rapina. L’uomo, infatti, in atteggiamento sospetto, sostava da solo a bordo della propria autovettura davanti ad un supermercato in via Pietro Nenni. La perquisizione personale e veicolare ha poi portato alla luce una pistola ad aria compressa, priva del tappo rosso, completa di caricatore e fedele riproduzione di una  Beretta 92 calibro 9, una scatola con 346 piombini in alluminio, tre capsule di ricarica del gas dell’arma ed un cappellino con visiera.

A Casarano un uomo soggetto è stato deferito per i reati di “detenzione abusiva di armi” e “detenzione illegale di munizionamento da guerra”: l’uomo, sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali, è stato sorpreso detenere illegalmente una pistola lanciarazzi calibro 8, munita di due cartucce a salve e due proiettili calibro 7,65 e 7,62.

Un furto a Taurisano

Per furto in abitazione, a Taurisano è stato deferito in uomo del posto ritenuto responsabile della sparizione di alcuni monili d’oro e oggetti vari denunciata da un’anziana mentre a Taviano un uomo deteneva illegalmente cinque cartucce per fucile calibro 12.

A Melissano un uomo del posto è stato deferito all’autorità giudiziaria perché, pur essendo agli arresti domiciliari, nel corso di un controllo è stato trovato dai carabinieri in compagnia di persone diverse dai conviventi violando, in tal modo, gli obblighi imposti.

Figlio “estortore”

Ad Ugento ad un uomo del posto è stato denunciato per estorsione per aver costretto la propria madre a consegnarli quotidianamente piccole somme di danaro: nei suoi confronti anche il provvedimento di allontanamento della casa familiare.

Nel corso dei controlli alla circolazione stradale i militari hanno elevato 74 contravvenzioni per il mancato uso delle cinture di sicurezza alla guida dei veicoli.