Capodanno di dolore ad Aradeo: nella chiesa matrice i funerali del giovane centauro

il sindaco Arcuti invita la comunità a stringersi intorno alle famiglie colpite dalle due tragedie. Annullati gli eventi di festa

13859

Aradeo – Si svolgeranno martedì primo gennaio, alle ore 15 nella chiesa di San Nicola, i funerali del motociclista 36enne Roberto Carratta, rimasto vittima nel primo pomeriggio di ieri, dell’incidente sulla circonvallazione nei pressi dell’intersezione con via Santa Maria delle Nevi. Il Corteo funebre muoverà dall’abitazione del giovane meccanico in viale della Libertà.

Lo scontro Senza scampo per il 36enne lo scontro avvenuto tra la sua Ducati 650, che procedeva verso Cutrofiano, e una Fiat 500 con alla guida un 80enne del posto. In seguito all’urto il motociclista è stato sbalzato violentemente contro un palo dell’illuminazione pubblica per poi cadere esanime sull’asfalto. La moto ha proseguito la sua corsa senza guidatore per circa 20 metri. Mentre l’anziano alla guida della 500 è rimasto ferito lievemente e, dopo essere stato medicato nell’ospedale di Gallipoli, è stato dimesso.

La notizia della morte del giovane meccanico ha straziato e commosso parenti, amici e l’intera comunità di Aradeo che si è stretta intorno alla sua giovane famiglia. Roberto lascia, infatti, una bambina di cinque anni e la moglie Francesca in attesa del secondo figlio. Sono state tante in queste ore le manifestazioni di vicinanza e cordoglio: gli amici lo ricordano come un ragazzo solare, sorridente e sempre positivo.

Il lutto in paese Il sindaco Luigi Arcuti,interpretando i sentimenti dei suoi concittadini scossi anche per l’esplosione, avvenuta questa mattina, di una bombola del gas che ha provocato la morte di una 82enne, ha invitato la comunità a stringersi intorno alle famiglie colpite dalle due tragedie. «Alla vigilia del nuovo anno la nostra comunità è stata scossa da due terribili tragedie, che ci lasciano increduli. Il nostro pensiero va alle famiglie colpite dal lutto, alle quali questa Amministrazione, il Consiglio Comunale e tutti i cittadini si stringono con profondo dolore. In questo clima di tristezza condivisa manifestiamo il cordoglio del paese annullando le iniziative previste per il giorno 1 gennaio 2019». Niente presepe vivente e tradizionale concerto in chiesa ed anche la messa di augurio per il nuovo anno sarà celebrata con toni sommessi. Il Comune invita, inoltre, a rispettare il sentimento di dolore evitando l’uso dei petardi.