Capo di Leuca, mobilità in ordine sparso: ogni paese ha la sua navetta. Ma ora arrivano i fondi per l’Area interna Sud Salento

Milioni per i trasporti e la mobilità sostenibile

760

Capo di Leuca – Come ogni anno, con l’arrivo dell’estate si ripropone nel Capo di Leuca il vecchissimo problema dei trasporti e dei collegamenti tra l’Entroterra e le marine. In piedi l’anno scorso c’era un progetto per collegare con Ruggiano, il capolinea delle Ferrovie Sud Est, che però non è partito.

“Bus viva Leuca” è il nome di quel progetto proposto nel maggio 2018 dall’associazione dei commercianti di Castrignano del Capo e da quella Amministrazione comunale da realizzare con un bus navetta da 56 posti. “Un servizio del genere – insiste il Sindaco di Castrignano, Santo Papa – deve essere per forza intercomunale; forse se ne potrebbe occupare l’Unione dei Comuni”.

Il difficile “equilibrio” “Il progetto è più che mai valido ma è molto difficile impostare un servizio di linea nel rispetto di tutti – afferma Rizieri Siciliano, presidente dell’associazione commercianti –. Sul territorio, operano numerosi noleggiatori e taxisti e occorre agire trovando il giusto equilibrio e non è semplice”.

Pubblicità

Il vecchio percorso collegava AriglianoGagliano, camping S. Maria di Leuca, spiazzo Messapia Hotel, basilica di S. Maria di Leuca, Hotel Approdo, Hotel Terminal e porto turistico, piazzetta in paese, Torre dell’Omomorto, Punta Ristola, spiazzo Tatanka, Marina di Felloniche e San Gregorio (marine di Patù), Patù e Giuliano, Castrignano Capo.

La stazione di Arigliano – Gagliano del Capo

Intanto ognuno fa per sé. Il Comune di Corsano ha previsto un servizio navetta, dal 5 luglio al 4 settembre, per collegare il paese alle marine di Funnuvojere, Guardiola e Novaglie. Il bus parte ogni giorno da piazza san Biagio con questi orari: 9, 10.30, 13.30 con ritorno alle 11.30, 13.45 e 18. Il costo della corsa è di 50 centesimi.

Salve ha istituito il servizio sulla linea Ruggiano, Pescoluse, Posto Vecchio, Torre Pali e Lido Marini (Ugento). Il costo del biglietto è di 1 euro  e il ticket può essere utilizzato per più corse durante l’arco della giornata.

Ad Alessano, come ogni anno,c’è la navetta “Un mare per tutti” che prevede il trasporto gratuito rivolto ad anziani ed ultrasessantacinquenni, presso la marina di Torre Vado. Non si segnalano iniziative simili a Castrignano del Capo, Patù, Gagliano del Capo e Morciano di Leuca.

Una opportunità all’orizzonte Con delibera della Giunta regionale, i Comuni del Capo di Leuca sono stati inclusi in una “Area Interna” chiamata Sud Salento, vale a dire territorio svantaggiato su cui attivare investimenti particolari per ridurre il gap in tema di servizi e infrastrutture anche per contrastare lo spopolamento.

Area interna I Comuni hanno elaborato un documento strategico, recentemente approvato dal comitato nazionale e dalla Regione: al centro della strategia ci sono gli investimenti sulla mobilità.

Il finanziamento ammonta a 3 milioni 700mila euro ed è destinato allo sviluppo e sperimentazione di un moderno “servizio di trasporto a domanda, con linee dedicate ordinarie in funzione tutto l’anno e linee speciali per in servizio estivo a supporto del settore turistico”.

Forse è la volta buona. Proprio in questi giorni, la Regione Puglia ha concesso all’Area interna Sud Salento un ulteriore finanziamento di 10 milioni per interventi infrastrutturali per lo sviluppo della mobilità sostenibile.

Pubblicità