“Canto e controcanto”, in un corto la speranza della rinascita: Gabriele Corrano danza tra gli ulivi uccisi dalla Xylella

617

Miggiano – Riforestare l’antico Bosco Belvedere, l’ampia distesa dei Paduli oggi rinsecchita dalla Xylella: questo l’obiettivo di “Manu Manu riforesta” l’associazione di Miggiano che si presenta al pubblico, in un incontro online, per un’occasione speciale. Martedì 15 dicembre alle ore 19 sulle pagine Facebook “Manu Manu riforesta”, “Fa la cosa giusta” e “Italia che cambia”, ci sarà la presentazione in anteprima del cortometraggio “Canto e controcanto” scritto e diretto dalla fotografa e regista Bruna Rotunno (nata a Matera, vive e lavora tra Milano e Parigi) e prodotto dalla stessa associazione.

I protagonisti del corto sono due: Gabriele Corrado, ballerino solista della Scala di Milano (originario di Casarano) e lo scenario desolante degli ulivi uccisi dalla Xylella. Il millenario bosco dei Paduli è ricompreso in un ampio territorio tra i comuni di San Cassiano, Botrugno, Nociglia, Surano, Sanarica, Supersano, Giuggianello sino a Scorrano, Maglie e Muro Leccese, Miggiano e Specchia, e rappresenta un eccezionale ecosistema ormai radicalmente mutato.

L’associazione

«L’idea è nata in estate, quando l’associazione ha iniziato a presentarsi con una serie di eventi in vari luoghi del Salento, scatenando una reazione impensata per la stessa associazione. Come l’effetto “Pronto, Manu Manu riforesta?”, ossia centinaia di telefonate e di messaggi sulla pagina Facebook molto attiva. Come fossimo diventati un elemento attrattore di tutte le speranze di verde che nessuno ha mai raccolto – raccontano i soci – perché questa apocalisse che stiamo vivendo, naturale e sociale, è qualcosa di mai visto, mai vissuto, che ha portato alla luce mille dubbi, mille domande: cosa si può fare, come? E un’unica grande certezza: dobbiamo fare, adesso. Riforestare!»

E in tanti hanno offerto il proprio aiuto, ognuno con le proprie possibilità, per sensibilizzare e promuovere l’iniziativa: lo stesso Corrado si è offerto come testimonial e la regista ha colto l’occasione per scrivere e dirigere il corto. Il programma prevede, a partire dalle 19, la presentazione di Manu Manu Riforesta!, la proiezione del cortometraggio, di circa 10 minuti e un breve talk con la regista Bruna Rotunno, il ballerino Gabriele Corrado, il musicista Redi Hasa, la cantante Rachele Andrioli, l’attore Fabrizio Saccomanno e gli attivisti di Manu Manu Riforesta.

Il supporto degli artisti

«Con il cortometraggio, si vuole mostrare la realtà dell’annullamento quasi totale del patrimonio storico degli ulivi – afferma la regista – ma anche la possibilità di evolvere da una situazione drammatica attraverso la creatività e l’azione mirata alla rinascita delle antiche foreste preesistenti. Altri artisti hanno abbracciato il progetto Manu Manu Riforesta!, offrendo il proprio talento per il cortometraggio. Le musiche, infatti, sono di Redi Hasa, i canti di Rachele Andrioli e la voce narrante di Fabrizio Saccomanno».