Cannabis terapeutica in farmacia a Maglie. Come accedere alle cure

936

Maglie – Presso la farmacia del Pta (Presidio territoriale di assistenza) di Maglie è possibile reperire i preparati galenici a base di cannabis terapeutica per il trattamento di diverse patologie.

Sono circa 100 i pazienti che sul territorio dell’Asl Lecce fanno già uso di questo tipo di trattamento.

Info e orari di apertura

Per ottenere questi preparati è necessario rivolgersi al proprio medico di base, che indirizzerà il paziente verso uno specialista dell’Asl. Quest’ultimo redigerà un piano terapeutico sulla base del quale il medico di famiglia farà la prescrizione, con la quale il paziente si recherà in farmacia.

La farmacia del Pta di Maglie è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13; il martedì e il giovedì anche dalle 14,30 alle 17. info: farmmaglie@ausl.le.it –farmaciapta.maglie.asl.lecce@pec.rupar.puglia.it – tel. 0836.420309 – 0836-420219.

Cannabis terapeutica: a cosa serve?

L’uso medico della cannabis – come stabilito dal D.M. 09/11/2015 – non può essere considerato una terapia propriamente detta, bensì un trattamento sintomatico di supporto ai trattamenti standard, quando questi ultimi non hanno prodotto gli effetti desiderati, o hanno provocato effetti secondari non tollerabili, o necessitano di incrementi posologici che potrebbero determinare la comparsa di effetti collaterali”.

La prescrizione di preparati a base di cannabis (con oneri a carico del Servizio sanitario nazionale) è consigliata per il trattamento del dolore cronico; di patologie che implichino spasticità associata a manifestazioni dolorose (es. sclerosi multipla e lesioni a carico del midollo spinale); di nausea e vomito provocati da chemio e radioterapia e durante i trattamenti contro l’HIV; del glaucoma resistente alla terapia convenzionale; delle manifestazioni spasmodiche presenti nella sindrome di La Tourette.

La cannabis per uso medico è inoltre appropriata per stimolare l’appetito nella cachessia (sindrome da deperimento) e nell’anoressia, in pazienti oncologici o affetti da Aids.