Calcio, quinta sconfitta consecutiva per il Nardò. Si dimette l’allenatore Taurino

La dirigenza: "Vergogna nel rappresentare questa società". I tifosi contestano la squadra

577
La contestazione dei tifosi a fine gara

Nardò – Doveva essere la gara della reazione, invece si è rivelata quella dello sconforto. E con pesanti strascichi. Al “Giovanni Paolo II”, il Nardò scivola: passa il Gravina (0-3) e condanna i granata alla quinta sconfitta consecutiva, la nona gara di fila senza vittoria (l’ultimo successo lo scorso 25 novembre nel derby con il Taranto).

L’allenatore Roberto Taurino

L’allenatore Roberto Taurino si dimette. “Chiedo scusa ai tifosi e alla città – ha dichiarato amareggiato il tecnico leccese – non abbiamo evidenziato lo spirito che dovrebbe avere una squadra che vuole superare un momento difficile. Nella vita sono abituato ad assumermi le mie responsabilità, per questo rassegno le dimissioni. È giusto dare una scossa all’ambiente e permettere alla società di operare scelte differenti. Grazie alla piazza per la vicinanza dimostrata in questo mio anno e mezzo con il Toro”.

La delusione della dirigenza. “Alla luce delle recenti prestazioni – ha aggiunto l’amministratore unico e general manager Alessio Antico – provo quasi vergogna nel rappresentare questa società. I primi a essere responsabili di questa situazione siamo noi dirigenti. Non riusciamo a capire perché la squadra, che nel girone di andata ci ha dato così tante soddisfazioni, ora si ritrovi in un momento tanto buio. Ma i valori della rosa non possono essere questi”.

A fine gara la contestazione dei tifosi. “Ci sta tutta – afferma Antico – ma noi cercheremo di far schermo alla squadra, sperando di conquistare quanto prima la salvezza”. Il prossimo turno può venire in soccorso del Toro: al “Giovanni Paolo II”, domenica 3 febbraio, ospite il Granata (Ercolano), squadra che occupa l’ultimo posto in classifica con appena otto punti all’attivo.