Calcio paraolimpico, capitan Sodero da Tricase è pronto per il campionato. Prima gara a Vicenza

354

Tricase – Allenamenti basati sulla resistenza ed esercizi con il pallone. Da quando è terminato lo scorso novembre il campionato nazionale di calcio amputati, Roberto Sodero di Tricase si è allenato seguendo questi principi con l’obiettivo di  mantenersi in forma in vista del prossimo campionato.

Il capitano dell’associazione sportiva dilettantistica Fabrizio Miccoli vuole farsi trovare pronto per la settimana prossima, quando inizieranno gli allenamenti sul campo insieme ai suoi compagni di squadra.

“Non vedo l’ora di tornare sul rettangolo verde – dice il giocatore -. Siamo tutti molto provati da questo periodo che sembra non finire mai. Vogliamo tornare a divertirci con il fine di ricominciare a promuovere la pratica sportiva del calcio amputati”. Pandemia permettendo, la Fispes (Federazione italiana sport paraolimpici e sperimentali) ha fissato la data dell’inizio del campionato per il 27 febbraio.

“Quest’anno per la prima volta giocheremo sette contro sette e non più cinque contro cinue – sostiene Sodero – e il campo avrà le dimensioni di 60 per 40. Quindi sarà molto più impegnativo e faticoso perché il terreno di gioco è più grande, ma le partite saranno sicuramente più avvincenti”.

Come per gli anni precedenti, gli obiettivi della squadra capitanata dal tricasino non cambieranno: “Il fine resta quello di far conoscere questo sport sul territorio per avvicinare nuovi potenziali giocatori e rendere l’organico più competitivo per il futuro. Risultati sportivi? Al momento ci preoccupiamo di fare bella figura – conclude – cercando di dare filo da torcere a squadre più attrezzate di noi. Se il virus ci darà tregua, esordiremo a Vicenza contro i campioni in carica“.