Calcio: l’Atletico Aradeo prova a tenersi stretta l’Eccellenza. Nuova sfida contro il Bisceglie

970

Aradeo – Passano da una nuova sfida con il Bisceglie le speranze dell’Atletico Aradeo di conservare il suo posto in Eccellenza. Nell’ultimo turno disputato sul terreno amico, la squadra di mister Totò Nobile ha salutato il pubblico di casa vincendo con un netto 3 a 0 proprio sul Bisceglie, la formazione che di certo affronterà nel play-out per la permanenza. I tifosi sperano si sia trattato di un buon viatico per la prossima sfida. Sarà l’ultimo turno di campionato a stabilire su quale terreno si disputerà la gara di spareggio: al momento le due squadre sono appaiate a 26 punti con l’Atletico Aradeo atteso dal Molfetta e l’Unione calcio Bisceglie impegnata in casa contro il Barletta 1922. Per la società guidata da Luigi Colizzi, e per il paese, quella dell’Eccellenza rappresenta una vetrina calcistica molto importante da difendere a tutti i costi. Se l’obiettivo salvezza verrà conseguito, come tutti gli sportivi del paese si augurano, sarà un’altra grande conquista per l’Aradeo, una matricola giunta nel massimo campionato dilettantistico regionale dopo quattro promozioni consecutive. All’inizio di questa stagione la squadra guidata da Gianluca Politi ha disputato buone prestazioni e suscitato ottime impressioni su tutti i campi di gioco raccogliendo, però, pochi punti.  Subentrato Mister Totò Nobile nell’ultima partita di andata, la squadra ha subito vinto in casa con il Molfetta. Si è poi rafforzata con l’innesto di nuovi calciatori: l’attaccante argentino Lucio Cereseto, l’attaccante under ’99 Pape Tourè, l’attaccante francese Baky, il centrocampista Pape Demba, il difensore Alessio Schirinzi (classe ’99) ed il difensore Michele Ludovico (classe ’98). Nel suo nuovo assetto, l’Aradeo ha via via recuperato terreno, giungendo a disputare i play-out. “E’ stato un onore” sottolinea il direttore sportivo Marcello De Paolis, “l’esserci confrontati con società altamente blasonate quali il Bitonto, il Trani, il Fasano, il Gallipoli, il Casarano. Nello sprint finale ce la metteremo tutta per rimanere in Eccellenza. Lo dobbiamo a tutti quelli che hanno creduto in questo gruppo: presidente, dirigenti, collaboratori, sponsor amministrazione comunale. Servirà inoltre a porre le basi per ricominciare con una programmazione degna della categoria nel prossimo campionato”.