Calcio, a Casarano scende in campo il patron Filograna per ricompattare l’ambiente

828
Antonio Sergio Filograna

Casarano – Alla vigilia della gara con il Foggia, a Casarano scende in campo il patron Filograna per provare a ricompattare società, squadra e tifoseria dopo la disfatta di Sorrento. «Ognuno faccia le sue considerazioni ma se il clima è questo a fine anno sarò io a trarre le mie di valutazioni», ha spiegato con chiarezza Antonio Filograna Sergio nel corso di una conferenza stampa.

L’invito rivolto ai tifosi, che in questi giorni hanno protestato “vivacemente” dopo lo sconcertante 0-7 rimediato in terra campana, è quello di stare accanto alla squadra e alla società: «Restano dieci partite da giocare e siamo a un punto dai playoff promozione: non possiamo certo far finta che nulla sia accaduto, ma siamo pronti a ripartire».

La sfrezata di Filograna

Filograna ha inteso dare una sferzata all’ambiente, rinnovando il concetto che se il clima intorno alla squadra non cambia lui è pronto ad andare via: «Questo clima non mi piace e non è una situazione solo dell’ultimo periodo. Dall’inizio di campionato si respira del malumore, una sensazione più o meno diffusa. Già a novembre manifestai una situazione di disagio. Qui tutti pretendiamo i risultati, ma per questo bisogna lavorare e soffrire. C’è modo e modo di fare critiche, ma serve educazione: le esternazioni incivili non servono. Lo dico perché sono di Casarano e amo la mia città».

Domani al “Capozza”, nella difficile gara contro il Foggia secondo in classifica nel girone H della serie D, si potrà vedere la reazione della tifoseria. In questa settimana molti tifosi hanno protestato invitando a disertare lo stadio ovvero ad essere presenti per pochi minuti per poi andare via.