calandriello

TAVIANO. Con l’augurio che il 2014 possa esserlo altrettanto, il 2013 è stato un anno propizio per Michele Calandriello, poeta dodicenne di Taviano. Nel mese di dicembre, il suo libro “Il Paese della fantasia – racconto e poesie dei 9 e 10 annI” è stato presentato presso il Palazzo Marchesale alla presenza, tra gli altri, del presidente dell’Accademia bonifaciana Sante De Angelis e del presidente della Fondazione “Mario Luzi”, Mattia Leombruno. La stessa opera del giovane poeta è stata fatta conoscere al pubblico anche in occasione della Fiera del libro di Campi Salentina, il 12 dicembre scorso.

Tra gli ultimi riconoscimenti ricevuti, invece, c’è la menzione speciale al “Premio Domus artis mater” con il libro “La natura intorno a noi”. Sul gradino più alto del podio, inoltre, Calandriello è salito in occasione della 25esima edizione del Premio “Gioacchino Belli” di Roma, sezione green. Nella giuria, in quest’ultimo caso, c’era anche il professore Tullio De Mauro, preside dell’Università “La Sapienza” di Roma.

Pubblicità

Commenta la notizia!