Cade sugli scogli e resta immobilizzato per oltre due ore: salvato da un elicottero

2674

Santa Maria di Leuca (Castrignano del Capo) – Sono state ore difficili quelle che hanno caratterizzato la mattinata di oggi a Santa Maria di Leuca per un incidente su di un tratto impervio di scogliera. Il bilancio per fortuna non è grave.

Un 61enne di Gagliano del Capo, titolare di un’azienda che produce calze, intorno alle 11.15 mentre si trovava con il figlio in prossimità delle Tre porte (località Marchello), per cause ancora da accertare, è scivolato precipitando da una scogliera, alta circa 10 metri, che si affaccia sulla strada provinciale 214, nei pressi di un noto ristorante.

Soccorsi da Gallipoli e Tricase

Sul posto, allertate dal figlio dell’uomo, sono arrivate ambulanze del 118, carabinieri dipendenti dalla Compagnia di Tricase, squadre di vigili del fuoco, Polizia municipale e il Sindaco di Castrignano, Santo Papa. Pronti al soccorso via mare sono giunte anche motovedette della Capitaneria di porto di Gallipoli e, in acquascooter, gli operatori del 118 mare della Guardia costiera ausiliaria.

Tuttavia, nonostante la massiccia presenza di uomini e mezzi, le operazioni di recupero e soccorso dell’uomo immobilizzato sugli scogli e durate oltre due ore, sono state particolarmente difficoltose proprio per le caratteristiche di quel tratto di scogliera. Il ferito era a circa tre metri dal mare ed è rimasto cosciente, protetto anche da un ombrellone che alcuni bagnanti sono riusciti a portare sul luogo dell’incidente.

Salvato dall’Elisoccorso di Bari

I soccorritori hanno cercato di avvicinarsi il più possibile per comprendere la gravità della situazione ma per recuperare il malcapitato si è reso necessario l’intervento di un elicottero dei Vigili del Fuoco giunto da Bari intorno alle 13.

Il mezzo aereo ha raggiunto il luogo dell’incidente e un uomo si è calato per imbracare la vittima ed immobilizzarla prima di portarla a bordo. Il 61enne, trasportato d’urgenza all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce“ ha riportato un trauma cranico, contusioni multiple e forse fratture.