Cadavere sui binari a Brindisi: ritardi in mattinata sulla tratta Lecce-Bari. Predisposti bus sostitutivi

634
Lecce – Mattinata difficile quella odierna sulla tratta ferroviaria Lecce-Bari per il ritrovamento, nei pressi di Brindisi, del cadavere di un uomo. L’ipotesi è quella di un suicidio, visto che il corpo senza vita di un 44enne originario dell’Iraq è stato ritrovato nei pressi di un cavalcavia, a circa un chilometro dalla stazione di Brindisi.
Il traffico ferroviario è ritornato regolare a partire dalle 10.10, dopo l’autorizzazione alla ripartenza dei treni concessa dalle autorità competenti intervenute sul posto per gli accertamenti del caso. Gli effetti dello stop forzato sono state le due ore e mezza di ritardo per due Intercity e quattro Regionali e per altri due Intercity e quattro Regionali limitati nel percorso. Alle 8.25 è stato, comunque, riattivato il traffico ferroviario nella stazione di Brindisi, in direzione Bari. In direzione lecce è stato, invece, attivato un servizio sostitutivo con autobus.