Bullismo, baby-gang e il ruolo della Rete: esperti a confronto al Marchesale di Matino

1136

Matino – Si parlerà di bullismo, devianza minorile e disagio familiare nel corso del seminario di studi in programma al Palazzo Marchesale di Matino venerdì 15 marzo. Tanti e qualificati gli interventi previsti, a partire dalle 15.30, moderati da Luigi Giorgio Caputo, responsabile del progetto “Emotional, intelligence and training” promosso dall’Istituto d’istruzione superiore “Bottazzi” di Casarano. «Si è trattato di un lavoro collettivo di nostri docenti in collaborazione con l’Università del Salento, la Camera minorile di Lecce ed esperti della Asl e dell’Ambito sociale di Casarano», fa sapere il dirigente scolastico Salvatore Negro.

I temi «Parleremo della devianza minorile, nello specifico del bullismo e della modalità informatica di compimento dello stesso. Si parlerà  –  affermano i promotori – di comportamenti che vanno oltre il significato di aggressività per entrare nella violenza. La scuola si trova a fronteggiare da sola in tante occasioni dei fenomeni di sofferenza infantile, di disagio, di trascuratezza, senza un vero coinvolgimento di tutti i protagonisti che sul territorio entrano a far parte dell’educazione del soggetto. Il progetto ha l’obiettivo di far conoscere modelli di intervento di prevenzione del disagio sociale e di promozione del benessere in età evolutiva basato sui principi dell’intelligenza emotiva ». Il corso è rivolto ad insegnanti, psicologi, assistenti sociali, educatori professionale e a quanti si occupano a vario titolo delle problematiche adolescenziali.

Interverranno Roberto Tanisi, presidente della Corte d’Appello di Lecce, Maria cristina Rizzo, procuratore capo presso il Tribunale per i minorenni di Lecce, Rita Perchiazzi, presidente dell’Unione nazionale Camere minorili e Mimì Fersini, pedagogista e giudice onorario presso il tribunale per i  minorenni di Lecce. Con Salvatore Negro del “Bottazzi” ci sarà anche  Giovanna Marchio, dirigente dell’Istituto comprensivo di Matino.

I saluti istituzionali sono affidati al sindaco Giorgio Toma, al prefetto Maria Teresa Cucinotta, al dirigente del commissariato di polizia di Gallipoli Marta De Bellis, al consigliere dell’Ordine assistenti sociali della Regione Sara Mazzeo , al presidente della cooperativa sociale Peter Pan di Matino ed all’assessore comunale per la tutela dei diritti dei minori Manuela Anna Gatto.