Boxe, Giuseppe Carafa infiamma il Palaozan di Ugento e vince il titolo internazionale

6592

Ugento – Si è preso con la forza della determinazione e del coraggio la cintura del titolo internazionale Wbc del Mediterraneo. Dopo dieci round disputati con grande furore agonistico, l’ugentino Giuseppe Carafa ha vinto ai punti con verdetto unanime l’incontro valido per la categoria dei pesi leggeri contro il napoletano Nicola Cipolletta, ex campione italiano dei pesi piuma.

Lo scenario del match è stato il PalaOzan di Ugento, che venerdì 15 novembre, per l’occasione, ha ospitato tantissimi appassionati di boxe che hanno incitato il beniamino di casa per tutto l’arco dell’incontro.

Carafa sul ring durante il match

Ritmi alti per tutte le riprese

Classe ‘94, Carafa ha combattuto tenendo alti i ritmi per tutte le riprese, al cospetto di un avversario mai domo, che ha dato filo da torcere al campione salentino fino all’intimo gong. Il match è stato seguito dalle telecamere di SportItalia in diretta nazionale, nel corso di una serata durante la quale si sono disputati altri match professionistici di ottimo livello, che hanno fatto da cornice al main event della manifestazione.

Pubblicità

E così, dopo la vittoria del titolo italiano, l’ugentino ha ottenuto il suo primo successo su scala internazionale nella boxe professionistica. Carafa ha tenuto botta per dieci riprese contro un avversario più esperto uscendone vincitore all’unanimità, nell’ambito di un match valido per la categoria dei 60 chilogrammi.

Una vittoria che apre la scalata all’Europa

Il salentino ha messo in discesa l’incontro aggiudicandosi i primi quattro round dopo aver messo a segno un serie di colpi alla testa e al corpo. Nel corso della quinta ripresa Cipolletta ha preso il sopravvento raggiungendo al volto il campione della scuderia Conti Cavini, ma dal sesto round sino alla fine si è assistito a un confronto acceso e molto equilibrato, con i due contendenti che si sono dati battaglia infiammando gli spalti di un palazzetto gremitissimo.

La manifestazione pugilistica organizzata dalla promoter Rosanna Conti Cavini è stata realizzata in collaborazione della BeBoxe di Copertino del maestro Francesco Stifani, il tecnico che ha guidato all’angolo il classe ‘94 con l’ausilio di Salvatore Carafa (padre di Giuseppe).

La vittoria del titolo internazionale apre per Carafa le porte della scalata all’Europa. Un giovane campione cresciuto a pane e cazzotti, sempre pronto ad aggiornare un palmarès traboccante di successi.

Pubblicità