Borghi più belli d’Italia: nella neocostituita associazione regionale c’è Otranto, unico del Salento

655

Otranto- In seno all’associazione nazionale dei “Borghi più belli d’Italia”, nascerà l’associazione dei Borghi più belli di Puglia: Otranto è della partita. Con votazione unanime i rappresentanti dei borghi pugliesi certificati a livello nazionale hanno deciso di stringere le maglie e rafforzare il sodalizio per promuovere e salvaguardare il proprio patrimonio culturale, storico e ambientale.

Tra gli undici borghi pugliesi, che costituiranno l’associazione col coordinamento dell’assessore allo Sviluppo economico e turismo del Comune di Cisternino Mario Saponaro, c’è anche Otranto, attenta alla valorizzazione dei tratti caratteristici del proprio territorio, come testimonia l’adesione dello scorso 13 ottobre all’evento “La domenica del borgo”, arricchita con    percorsi naturalistici, visite guidate, musica e teatro.

La riunione fondativa a Cisternino

Alla riunione tenutasi nel Comune di Cisternino (provincia di Brindisi) in occasione della VII Conferenza dei Borghi più belli del Mediterraneo ha partecipato anche l’assessore al marketing turistico e all’identità culturale di Otranto Domenica De Donno, insieme ai rappresentanti dei Comuni di Cisternino, Alberona (Foggia), Pietramontecorvino (Foggia), Maruggio (Taranto), Bovino, Valforte e Vico del Gargano (tutti e tre di Foggia).

Pubblicità

Insieme avremo certamente una maggiore forza e una marcia in più per incidere sui mercati che promuovono non solo il mare, ma la bellezza dei piccoli borghi”, commenta l’assessore De Donno (foto) a margine dell’incontro. “Stiamo già sviluppando dei progetti volti a valorizzare e salvaguardare il nostro patrimonio, la cultura e l’ambiente durante tutto l’anno e non solo nella stagione balneare”, prosegue la De Donno.

Iniziative anti spopolamento

Tra gli obiettivi dichiarati dell’associazione regionale anche una comunicazione più efficace tra i Comuni e tra questi e la Regione, oltre a progetti condivisi volti da un lato a scongiurare lo spopolamento e il degrado e, dall’altro, a incentivare forme innovative e sostenibili di sviluppo. Tra gli altri il presidente nazionale dell’associazione “I borghi più belli d’Italia” ha tenuto a ringraziare i Comuni coinvolti e ha augurato un buon lavoro al nuovo coordinatore regionale, Saponaro.

Pierfrancesco Albanese

 

Pubblicità