Bimbi maltrattati a scuola: è del Gallipolino una delle quattro maestre arrestate

I sospetti dei genitori sono sfociati in denunce dettagliate che hanno poi trovato riscontro nelle immagini delle microcamere installate dai carabinieri

1127

Gallipoli – È di un paese del gallipolino uno delle quattro maestre arrestate dai carabinieri a Capurso per i maltrattamenti a danno dei piccoli alunni della loro scuola. Si tratta di una 52enne che insieme ad altre tre colleghe (di 47, 49 e 63 anni) era solita avere comportamenti  violenti e vessatori nei confronti dei piccoli, tutti del primo anno. I sospetti dei genitori, dettati dal comportamento anomalo dei propri piccoli, sono sfociati in denunce dettagliate che hanno poi trovato riscontro nelle immagini delle microcamere installate dai carabinieri all’interno della aule della materna “Montessori” del centro a pochi chilometri da Bari.

Dai video realizzati è emersa la drammatica verità con i piccoli allievi costretti con le cattive a stare seduti pena schiaffi sulle braccia e sul capo. Numerose le punizioni inflitte ai bambini, spesso messi all’angolo della classe faccia al muro e apostrofati in malo modo. Le violenze accertate a partire dallo scorso dicembre avrebbero riguardato almeno 13 alunni del primo anno. Ad insospettire i militari è stato dapprima l’anomalo calo degli iscritti, visto che i bambini da 27 si sono man mano ridotti ad appena 13. Su disposizione del Gip del Tribunale di Bari, le quattro donne sono finite agli arresti domiciliari. Ad inizio di questo anno scolastico, tre di loro avevano trovato posto in un’altra scuola mentre soltanto una aveva fatto ritorno alla “Montessori”.