Band di Babbo Natale, buona la raccolta pasquale, brutte le notizie. Dopo polemiche sulle reti sociali il fondatore ed ex presidente Adamo va via

In arrivo un'altra associazione ad Alliste

2349

Alliste – È stato reso pubblico oggi il resoconto economico dell’iniziativa pasquale de “La Band di Babbo Natale” che ha così mantenuto l’impegno a sostegno del reparto di Onco-ematologia pediatrica dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Ma il noto sodalizio è attraversato da venti freddi, a tratti burrascosi.

Il risultato dell’ultima iniziativa ammonta a quota 32.800 euro come ricavato dalla “Pasqua di Solidarietà 2019”, cioè la vendita nei centri salentini delle uova targate “Per un sorriso in più”, l’associazione di genitori con piccoli malati di Lecce con cui ha collaborato da sempre a Band.

Il resoconto della portavoce “A distanza di pochi mesi dalla raccolta fondi natalizia svolta nelle varie piazze dei Comuni del Salento – dice Emanuela Minutello, portavoce dell’associazione – abbiamo concluso un’altra importante iniziativa “Pasqua di Solidarietà ” consegnando all’associazione “Per un sorriso in più” un’altra importante cifra in denaro pari all’importo di € 32.800. Abbiamo raggiunto un altro traguardo grazie all’impegno di tantissime persone, amici, parenti, bambini, associazioni, negozi, scuole… tutti pronti a garantire ai nostri piccoli pazienti speciali e alle loro famiglie il sostegno indispensabile per affrontare queste patologie tumorali”.

Pubblicità

È questa, probabilmente, l’ultima iniziativa della Band per come è nata nel 2011 e per come è stata conosciuta finora, vale a dire un soggetto unito, appassionato, trasparente e gruppi dirigenti assolutamente compatti. La Band dei Babbi Natale e degli Elfi, delle sfilate coinvolgenti, andrà sicuramente avanti, anche se qualcosa pare essersi rotto definitivamente.

Quasi nelle stesse ore della rendicontazione odierna, a cui tutti indistintamente hanno partecipato, sono state rese note anche le dimissioni del fondatore e presidente storico del gruppo, Giorgio Adamo, che dopo il rinnovo del consiglio direttivo dell’aprile dell’anno scorso, ha rivestito l’incarico di responsabile provinciale (fino a dicembre, organizzando il calendario natalizio nei diversi paesi) e di presidente di garanzia (probi viri).

I risultati di un figlio saranno sempre la vittoria di un padre. Arriva un momento nella vita che i propri figli bisogna lasciarli liberi di andare. – scrive Adamo su facebook – Ho rassegnato le dimissioni da qualsiasi incarico all’interno di questa Associazione: buon viaggio, Band”.

Una notizia che per alcuni era nell’aria (si sono registrate nelle scorse settimane alcune defezioni) e per altri è una assoluta sorpresa. Il presidente Antonio Cimino di Racale commenta così la situazione: “Le dimissioni di Giorgio sono state una doccia gelata per noi, anche se ci aveva già preannunciato le sue intenzioni di dedicare più tempo al proprio privato”.

“Da lui abbiamo appreso i valori dell’onestà e della trasparenza – continua Cimino – e oggi festeggiamo un altro bel risultato in virtù del quale, con rinnovata fiducia nei nostri mezzi e nelle risorse umane, andremo avanti fermi e decisi sull’obiettivo solidale del sostegno al reparto”.

Arriva Magicamente Dal canto suo, Adamo fa sapere che continuerà a praticare l’associazionismo, dedicandosi allo sviluppo di “Magicamente”, una nuova realtà che agirà esclusivamente a livello locale e che, fra le sue iniziative di solidarietà, annovera sempre e comunque il supporto al medesimo reparto leccese.

Auguro alla Band di proseguire nelle sue proposte di aiuto economico e sostegno morale al reparto e, per quanto mi riguarda – proseguirò l’impegno attraverso questo nuovo gruppo cittadino, di cui sveleremo prossimamente la composizione del direttivo, ma con la certezza che, pur facendone parte, non sarò io il presidente, dopo i miei otto anni alla guida della Band”.

(Sopra, il presidente onorario Gianpiero Pisanello di Tuglie e il presidente Antonio Cimino; sotto, il fondatore ed ex presidente Giorgio Adamo)

 

Pubblicità