Baia verde – Litoranea sud: riaperto il cantiere per restituire un tratto di costa alla natura. E ai villeggianti

2659

Gallipoli – “Si parte! Iniziano i lavori per la litoranea sud: ce l’abbiamo fatta!”: con questa soddisfatta esclamazione affidata dal sindaco Stefano Minerva alla rete sociale, si segnala la ripresa dei lavori nel secondo lotto della rinaturalizzazione della litoranea sud di Gallipoli.

Realizzata negli anni Sessanta sventrando dune e macchia mediterranea, l’opera progettata con una variante finale prevede due lotti di intervento: è sul secondo – Baia vere – canale dei Samari – che va ad incidere il cantiere avviato e poi fermato per la messa a punto di una serie di problemi ufficializzata nel marzo del 2019. L’importo dei lavori è di circa 2 milioni e saranno a cura della associazione temporanea di imprese Fea di Castelfranco Emilia e Lamacchia società cooperativa delle Marche.

Rimodulati i lavori

L’intervento rientra nei programmi Ue con “Azioni pilota per la valorizzazione integrata dei paesaggi costieri ad alta valenza naturalistica nei Comuni di Gallipoli, Taviano Racale Alliste”.

La variante al progetto iniziale è stata approvata nel gennaio scorso fa dalla Regione e dalla Soprintendenza Beni culturali e Paesaggio di Lecce. Via libera alla rimodulazione dei lavori purché “siano preservate le finalità di rinaturalizzazione e salvaguardia ecologica delle aree individuate come pinete multifunzionali nel progetto approvato che garantiscono la coerenza del progetto con gli obiettivi dello scenario strategico dei Paesaggi costieri del Pptr (piano paesaggistico territoriale regionale, ndr)”.

La via alternativa col prossimo lotto

Tre pinete, portali d’ingresso al tratto ciclopedonale, parcheggi retrodunali nell’area dell’ex insediamento turistico Berlucchi, illuminazione su pali. Rimandata alla realizzazione del primo lotto la sistemazione di una strada alternativa che dovrebbe interessare la zona del rione Santa Venardia (spalle dell’ospedale).

La deliberazione comunale del 25 marzo scorso curata dall’assessore Biagio Palumbo e che sblocca definitivamente la situazione, è stata inviata venerdì scorso alla direzione dei lavori del cantiere e oggi alle imprese interessate.

(in alto la visualizzazione di come sarà l’opera ultimata)