Autori Matinesi: bilancio di un decennio “operoso”

1684
Cosimo Mudoni

MATINO – “Bilancio di un decennio operoso” è il tema introduttivo della serata promossa dall’associazione “Autori matinesi” per celebrare il decennale del sodalizio. L’appuntamento è sabato 9 dicembre, alle 18.30, presso il teatro comunale “G. Peschiulli” di piazza G. Primiceri. All’introduzione curata dal presidente Cosimo Mudoni farà seguito la proiezione del video “Sul filo della memoria”, con testo di Aldo bello e realizzazione visiva di Raffaele Leopizzi. Dopo i saluti del sindaco Giorgio Toma e dell’assessore Lucetta Barone, le riflessioni sono affidate a padre Tommaso Leopizzi, Fernando Fiorentino e Cosimo Muzzachi. Intermezzo musicale del quartetto d’archi del Conservatorio “Gesualdo da Venosa” di Potenza.

La serata rappresenta l’occasione per tracciare un bilancio di dieci anni di vita associativa finalizzata a “promuovere e valorizzare ogni forma di creatività e talento che veda protagonisti cittadini originari o residenti a Matino”, come scritto nell’articolo 1 dello statuto firmato il 21 novembre del 2007 dai 16 soci fondatori davanti al notaio Giuseppe De Pascalis. «L’obiettivo è ora quello di coinvolgere nel nostro progetto un maggior numero di persone, soprattutto giovani, desiderosi come noi di migliorare l’immagine della nostra città valorizzando ogni forma di talento e creatività», afferma Mudoni. Il presidente ricorda come il primo impegno sia stato quello di creare nella sede di via Duca d’Aosta 16, nei pressi della villa comunale (“nei locali generosamente offerti dal nostro socio onorario Cosimo Romano”), l’archivio tematico comprendente testi su Matino o scritti da matinesi, per arricchire il quale sono state raccolte preziose testimonianze del passato, censendo alcuni aspetti caratteristici dell’aspetto urbano, dalle costruzioni in pietra alle fontanine pubbliche, dalle edicole votive alle chiese e ai palazzi. Altro strumento di divulgazione è il calendario-annuario, distribuito ogni anno durante le feste natalizie, curato dal socio fondatore e primo presidente Tonio Ingrosso. Altre iniziative utili per avere una “memoria condivisa” sono il “Giornale degli autori matinesi” e la trilogia “Matino si racconta”. Dal dicembre 2012, inoltre, ad un anno dalla sua scomparsa, all’interno dell’associazione è sorto il centro studi dedicato alla memoria di Aldo Bello, insigne giornalista, meridionalista convinto, nonchè ideatore e curatore della prestigiosa rivista Apulia, sponsorizzata dalla Banca popolare pugliese, e cittadino onorario di Matino. A Bello è dedicato ogni anno un premio di giornalismo, destinato ai giovani delle classi superiori del Salento, con le sezioni “giornalismo” e “narrativa”. Per la quinta edizione gli elaborati dovranno giungere entro e non oltre il prossimo 15 marzo.