Assenteismo in Comune: a Nardò condannati comandante e assistente

308
Lecce, aula tribunale

Nardò – Si è concluso con due condanne il processo a carico dell’ex comandante della Polizia municipale di Nardò e di un’assistente dell’ufficio. Il giudice monocratico del Tribunale di Lecce ha respinto le richieste di assoluzione formulate dal Pubblico ministero e dagli avvocati difensori degli imputati, condannando il 68enne Nicola Dell’Angelo Custode, capitano oggi in pensione della polizia municipale, e la 54enne Maria Antonietta Carrieri rispettivamente a un anno il primo ed un anno e sei mesi la seconda. Per entrambi la pena è stata sospesa ed è stata applicata l’interdizione per cinque anni dagli uffici pubblici.

L’assistente è stata condannata per truffa e peculato, l’ex comandante per la sola truffa. Entrambi sono stati assolti dalle accuse di falso ideologico e di un’altra ipotesi di truffa. I fatti incriminati risalgono al 2015 ed al 2016 quando gli inquirenti, sulla base di un esposto anonimo, avrebbero verificato l’assenza dal turno di lavoro dell’assistente malgrado il badge risultasse regolarmente timbrato. L’accusa è quella che il comandante possa aver “coperto” le assenze (17 a quanto pare) dell’assistente.

Gli avvocati difensori hanno già preannunciato il ricorso in appello non appena saranno rese note le motivazioni della sentenza di primo grado.interessarti anche