“Ambrogino d’oro” alla presidente dell’Istituto Marcelline, suor Anna Monia Alfieri, originaria di Nardò

3228

Nardò – L'”Ambrogino d’oro”, lo storico riconoscimento che la Città di Milano conferisce a persone ed enti che si adoperano per il bene comune, quest’anno verrà conferito a suor Anna Monia Alfieri, presidente della Congregazione delle suore Marcelline, originaria di Nardò. «Dedico il premio ai miei genitori e a tutti i genitori e agli studenti», ha commentato suor Anna sul proprio profilo Facebook.

Alla religiosa, da anni trapiantata a Milano, andrà la medaglia d’oro per il suo decennale impegno nel campo dell’educazione e della formazione. Lo rende noto, con soddisfazione, la diocesi di Nardò-Gallipoli ricordando che la commissione per le benemerenze del Comune di Milano ha indicato proprio il nome di suor Anna tra quanti verranno insigniti il prossimo 7 dicembre, come sempre nel giorno di Sant’Ambrogio.

Al “Vanoni” la maturità

A causa dell’emergenza sanitaria da Covid, quest’anno la cerimonia si svolgerà in diretta streaming. Per il 2020, la Commissione per la concessione delle civiche benemerenze ha selezionato quattro medaglie d’oro alla memoria, 15 medaglie d’oro e venti attestati di civica benemerenza. Un riconoscimento particolare quest’anno andrà agli operatori sanitari caduti sul lavoro a causa del Covid. Tra i premiati anche Fedez e Chiara Ferragni, “che si sono distinti per la raccolta fondi a favore della creazione di un nuovo reparto di terapia intensiva al San Raffaele ed anche per altre iniziative di solidarietà”.

Suor Anna Alfieri (figlia di Luigi e Maria Cristina) è nata a Nardò il 12 giugno 1975 e si è diplomata all’Istituto tecnico commerciale “Vanoni” prima di laurearsi in Giurisprudenza nel 2001 e in Economia nel 2007, conseguendo anche il Diploma superiore di Scienze religiose. È la legale rappresentante dell’Istituto di cultura e di lingue “Marcelline”. Tra le voci più accreditate sui problemi dell’organizzazione dei sistemi formativi, collabora con la divisione “Enti non profit” di Altis (“Alta scuola impresa e società”) dell’Università del Sacro Cuore di Milano, per l’organizzazione dei corsi di Alta formazione (in management e alta dirigenza scolastica) per gli Istituti religiosi e per la docenza negli stessi. Dal 2016 fa parte della Consulta di Pastorale scolastica e del Consiglio nazionale scuola della Cei e numerosi sono i suoi saggi e i contributi scientifici su riviste specializzate.