Ambiente violato: per le pulizie di fine stagione scatta l’ora X. Per restituire bellezza al litorale tra Gallipoli e Sannicola. Volontari e 16 associazioni

2936

Gallipoli – Conto alla rovescia per il maxi clean-up di fine estate in programma il 30 agosto, domani pomeriggio, sul litorale ionico di Gallipoli e Sannicola ,in nome del rispetto e della tutela dell’ambiente tanto attraente quanto delicato (e spesso violato).

Centinaia di attivisti e volontari sono pronti a scendere in campo armati di guanti e ramazze per ripulire la costa dai rifiuti disseminati indiscriminatamente: ad organizzare il neonato Coordinamento ambientale salento, con decine di associazioni e i tanti che si uniscono ancora in queste ore alla lunga scia ambientalista.

“Basta rifiuti abbandonati dappertutto”

Il portavoce degli organizzatori Emanuele Zuccalà (di Galatone) continua a reclutare volontari: “Domattina sarò a messa in cattedrale a Gallipoli – dice a piazzasalento.it vista – e alla fine della funzione rivolgerò un appello ai presenti: si uniscano a noi, che stiamo cercando di risvegliare le coscienze. Riprendiamoci i nostri posti, le nostre città, non siamo più disposti a tollerare che si viva in queste condizioni. In Cattedrale chiederò di difendere il Creato”.

Il raduno è in programma per le 16,30 presso il parcheggio di località Padula Bianca. Dopo un briefing iniziale (necessari saranno il rilevamento della temperatura e il rispetto delle norme anti-covid), l’esercito verde si dividerà in cinque gruppi che saranno attivi in altrettante macro-aree, da Lido Conchiglie fino alle spiagge del litorale gallipolino settentrionale, e ovviamente su tutta la collina che domina la costa.

All’evento aderiscono davvero tutti, ben oltre i 16 gruppi fondatori del Coordinamento: dalle Pro Loco fino alle associazioni sportive e le Amministrazioni comunali. “Un grande evento a cui tutti siamo chiamati a dare il nostro contributo. La nostra terra – scrive il Sindaco di Galatone Flavio Filoni, che sarà presente insieme ad altri amministratori –  continua a soffrire l’ignoranza dei tanti sporcaccioni che non rispettano l’ambiente che ci circonda. Parteciperò anche come cittadino attivo”.

“Venite numerosi a provocare il cambiamento!” è l’appello dell’associazione Amanti della Natura, di Ugento: “Un evento mai visto in Salento, per promuovere la protezione del nostro patrimonio naturale”. “Più siamo più puliamo” fa eco l’associazione leccese “Pollicini verdi”.

“È solo il primo intervento promosso dal Cas – dicono invece da “Clean Up Tricase” – composto da gruppi che combattono il degrado e ambientale e si impegnano a sensibilizzare la cittadinanza tramite azioni concrete. Sarà anche – dicono gli attivisti – un’occasione per incontrare tanta gente col nostro stesso obiettivo, conoscere un posto nuovo e rivalutarlo”.