Alti e bassi ma il Covid c’è ancora. Altri 1.314 positivi. Calano però ricoveri e salgono i guariti. Morta la seconda suora di Tricase

539

Gallipoli – Nuovo rimbalzo dell’indice test/positivi oggi al 14% (in Italia è al 10%); altri 1.314 nuovi contagiati; altri 29 decessi ma anche per il terzo giorno scendono ricoverati nei reparti Covid (17 per un totale 1.457) e in Terapia intensiva (meno cinque per un totale di 174 postazioni occupate) e salgono i guariti.

Luci e ombre ancora, con le seconde concentrate soprattutto nelle province di Bari (486 postivi e sette morti), Bat (undici morti e 136 contagi), Foggia (329 contagi e cinque morti). Dati del bollettino epidemiologico regionale.

Nel Leccese le infezioni nuove sono state 90 con due morti. È deceduta la seconda suora dell’ospedale “Panico” di Tricase ricoverata al Dipartimento emergenza accettazione di Lecce. Lì sono ancora in cura altre religiose del nosocomio tricasino. L’infezione aveva raggiunto il reparto di Otorinolaringoiatria.

Nel piano vaccini di cui ci si sta occupando in Regione, sono stati inseriti gli ospedali di Lecce e Tricase come punti base. L’assessore regionale alla Sanità Pierluigi Lopalco ha annunciato l’arrivo da Roma di un primo stock da 94mila dosi.

Partito il bando per inserire nel piano vaccini personale sanitario (230 unità) tramite la piattaforma per raccogliere le adesioni del personale di strutture  pubbliche e private accreditate, medici di medicina generale e ai pediatri di libera scelta. Queste sono infatti le persone che avranno accesso prioritario alla campagna vaccinale, secondo il Piano del Ministero della salute. La raccolta delle adesioni è necessaria per organizzare al meglio l’offerta vaccinale. Le adesioni sono libere, volontarie e non vincolanti.

Altro argomento al centro delle attenzioni il sistema trasporti pubblici da adeguare per quando si tornerà in classe. A Bari si è insediato un tavolo tecnico con Ufficio scolastico regionale, assessorato ai Trasporti, sindacati della categoria. Una proiezione dei bisogni finanziari parla di un milione solo per l’area di Bari.