Alla Madonna della Coltura le “chiavi” della città: Parabita si affida alla Santa Patrona

964
Parabita, la basilica della Madonna della Coltura

Parabita – Consegna simbolica delle chiavi della città di Parabita alla Madonna della Coltura. L’appuntamento è in programma sabato 3 ottobre in piazza Regina del Cielo. L’organizzazione è curata dal Comune di Parabita (nel rispetto delle norma anti-contagio) e vede la collaborazione della diocesi di Nardò-Gallipoli, delle tre parrocchie cittadine, della basilica della Coltura e del Comitato festa patronale (è prevista la diretta su Antenna Sud (Canale 13) e in streaming sulla pagina Facebook “Parabitalife”).

Alla serata saranno presenti i tre sodalizi confraternali parabitani e le associazioni del territorio. Per l’occasione, oltre alle autorità civili e militari, sono stati invitati a partecipare anche i Sindaci dei comuni limitrofi e i rappresentanti delle associazioni di categoria appartenenti al mondo dell’agricoltura (la Madonna è protettrice delle coltivazioni, dell’agricoltura e della civiltà contadina).

Il programma

A curare l’animazione ci saranno pure le corali di Parabita e l’orchestra del liceo artistico “Enrico Giannelli”. Ricco e variegato il programma: alle ore 18 si terrà un Consiglio comunale monotematico all’aperto in seduta straordinaria con la lettura della relativa delibera da parte del presidente dell’Assise Gaetano Panese. Terminati i lavori, intorno alle 18.15, ad esibirsi con tre brani musicali sarà l’orchestra del “Giannelli”.

Alla cerimonia civile farà seguito la solenne concelebrazione eucaristica presieduta dal cardinale Salvatore De Giorgi (di Vernole), arcivescovo emerito di Palermo. L’alto prelato fece tappa nella Città delle Veneri nel 2010, in occasione dell’incoronazione della statua processionale della Madonna della Coltura. Alla funzione religiosa delle ore 19 prenderanno parte l’ordinario diocesano Fernando Filograna, i parroci di Parabita insieme ad altri presbiteri provenienti dalle diverse comunità parrocchiali della diocesi.

L’atto di affidamento

Stefano Prete

Sarà poi il sindaco Stefano Prete a dare lettura dell’atto di affidamento della città alla sua Patrona e a consegnare le chiavi alla Madonna, ponendole ai piedi del simulacro. Al termine della messa, l’orchestra del “Giannelli” eseguirà il brano “Pacem in terris”. Durante il canto finale, le corali invece animeranno “Stella del cielo” composto da padre Renato D’Andrea. Quattro portatori, in rappresentanza delle rispettive comunità parrocchiali di Parabita, accompagneranno in spalla il simulacro della Vergine in basilica.