Alezio si mette in mostra per la stampa internazionale. Obiettivo: promuovere il turismo da “bassa stagione”

Il press-tour farà tappa anche a Gallipoli, Parabita e Tuglie

1828

Alezio – La chiamavano “bassa stagione”. Difficile dirlo ad Alezio, dove dal 17 al 21 ottobre otto giornalisti provenienti da Italia, Giappone, Spagna e Venezuela impareranno a conoscere la storia e le bellezze locali grazie al press tour “Alezio da scoprire: dalla Civiltà Messapica alla tradizionale festa di San Rocco”, con visite ed “esperienze emozionali” nel territorio salentino.

Creare un interesse turistico e culturale verso la città di Alezio anche in periodi di “bassa stagione”, questo l’obiettivo del progetto, organizzato dal Comune di Alezio e finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito Programma operativo Fesr- Fse 2014–2020 “Attrattori culturali, naturali e turismo”, che intende raccontare il passato della cittadina riscoprendo le sue radici messapiche, e far vivere il volto più autentico della sua comunità, di cui la festa di San Rocco è l’immagine più fedele.

Il benvenuto al Museo messapico

Giovedì 17 ottobre alle 17,30 presso il Museo civico Messapico è prevista la conferenza di benvenuto, presenti il Sindaco Andrea Barone, l’assessore alla Cultura Fabiola Margari, la consigliera con delega al Turismo Maria Teresa Perrone, il parroco don Antonio Minerba, il presidente del Comitato di San Rocco Antonio Minerva, il presidente Gal Terra D’Arneo Cosimo Durante e l’assessore regionale Loredana Capone. Dopo l’incontro è prevista la visita con guida turistica del Museo civico Messapico, con rappresentazione a cura di figuranti.

Pubblicità

I giornalisti del “press-tour”

Questi i giornalisti che parteciperanno al press tour: Paolo Gianfelici (“Terre d’Italia”), Tetsuro Akanegakubo (“Shakai Shimpo Giappone”), Maria del Carmen Del Vando Blaco (“Wall Street International Magazine”), Carlos Omobono (“Fm Center”), Luciano Valetti (“Il Fatto quotidiano), Clodetta Marangoni (“Latitudes”), Elvira D’Ippoliti (“Terre d’Europa”) e  Claudia Cabrini (“Podere Madonnina”).

Le tappe a Gallipoli, Parabita e Tuglie

La prima tappa del viaggio non può che raccontare le tradizioni e la devozione legate al culto di San Rocco, con la visita alla chiesa dell’Addolorata, per proseguire con il santuario della Madonna della Lizza, il cimitero ipogeo, le antiche ville presenti sul territorio aletino, il Museo civico messapico e la necropoli. Tante le attività in cui i giornalisti saranno coinvolti, con laboratori dedicati alla ceramica tradizionale salentina, alla pasta fatta in casa e a tutti i sapori del territorio. Previste escursioni alla Basilica della Madonna della Cultura di Parabita, al Museo della Radio e della Civiltà contadina di Tuglie ed al parco naturale di Punta Pizzo – isola di Sant’Andrea a Gallipoli.

Il sindaco Andrea Barone

«Questa è una grande opportunità per il Comune di Alezio ai fini turistici e promozionali. Il nostro obiettivo – afferma il sindaco Barone – è quello di raccontare una comunità viva anche nei periodi considerati di “bassa stagione” in cui i riti, le tradizioni e i vari eventi ne scandiscono la quotidianità».

Pubblicità