Alezio – Per secoli gli artisti hanno dato forme e colori all’alfabeto della Bibbia e ai suoi testimoni, promuovendo la potenza immaginativa dell’arte che rappresenta la bellezza della fede. Ancora oggi quelle opere riescono a comunicare in maniera unica. Una speciale lezione è quella che si terrà mercoledì 28 novembre, alle ore 19,30, presso il Santuario S.M. della Lizza, in occasione dell’incontro “Fabula Francisci: Giotto racconta Francesco”. L’evento, realizzato dalla Pinacoteca di Arte Francescana “Roberto Caracciolo” di Lecce e in collaborazione con l’Ordine Francescano Secolare Fraternità “Maria Ss. Assunta” Alezio, racconterà il percorso artistico e teologico che parte dagli affreschi di Giotto e dei maestri della Basilica Superiore di Assisi, per scoprire luoghi e caratteri della vita di San Francesco.

In “cattedra” due esperti che daranno voce alle opere dell’artista che con la sua pittura ha portato ad una grande rivoluzione nell’arte figurativa, e definito dal Boccaccio “il miglior dipintor del mondo”: Frà Paolo Quaranta e del prof. Elvino Politi, rispettivamente direttore e coordinatore dei servizi di accoglienza e fruizione della Pinacoteca Francescana di Lecce. Accompagnato dall’ascolto di musica medievale in sottofondo sarà il racconto delle storie più famose, tratte dai fioretti, rappresentate attraverso la pittura in uno stile rivoluzionario per l’epoca.

Pubblicità

Commenta la notizia!