Alezio, assegnati i premi bontà e poesie per un sorriso presso la “Casa di Santa Rita”. Di Gallipoli, Matino e Taviano i protagonisti

756

Alezio – Condivisione di momenti di sollievo e serenità insieme ad emozioni e commozioni: è trascorsa così anche la 17ma edizione del Premio Santa Rita, promosso dalla Residenza socio sanitaria assistenziale omonima di Alezio.

Nella giornata in cui si festeggia la santa, nella Rssa si svolgono puntualmente iniziative aperte anche al pubblico. Nella mattinata la musica della banda ha lasciato presto il posto alle celebrazioni religiose ed alla distribuzione delle rose benedette; in chiusura la preghiera collettiva – ospiti, loro familiari, personale e visitatori – a santa Rita.

Nel pomeriggio si sono svolti invece i premi, quello speciale intitolato “Un piccolo gesto può essere un grande dono”, a testimonianza di gesti di bontà in particolare verso disabili ed anziani; quindi il premio “Poesia per un sorriso”, cui partecipano gli scolari dei Comprensivi della zona.

Su segnalazione della parrocchia della Cattedrale di Sant’Agata di Gallipoli, don Piero De Santis, di Gallipoli e di don Andrea Danese di Casarano, parroco di San Giorgio a Matino, i riconoscimenti sono andati a Rita Pia ed a Gabriele.

Della ragazza parroco e catechisti di Gallipoli hanno scritto: “Rita Pia ha grande senso di responsabilità; infatti si prende cura della sorellina in tutti i momenti in cui la mamma per problemi di lavoro o di salute è assente. Trascorre molto tempo con la nona prestando aiuto nei servizi e in tutto ciò che le viene richiesto”.

Gabriele ha 13 anni e vive a Matino – si legge nella motivazione del premio al ragazzo – è il secondogenito (il fratello maggiore ha 16 anni e la sorellina 9). Fin da piccolo è sempre stato molto disponibile nel servizio verso le persone in difficoltà. In famiglia si è distinto particolarmente nel saper stare vicino e condividere la sofferenza di suo padre, mettendosi a suo completo servizio”.

In entrambi i casi due giovanissime persone sacrificano giochi, divertimenti e tempo libero, tipici della loro età, per esprimere il loro senso di umanità “che si fa servizio d’amore e dono gratuito” verso chi ne ha bisogno. Non è stato facile trattenere l’emozione davanti a questi esempi di altruismo e gratuita generosità.

Le poesie “per un sorriso” sono venute dagli scolari della Secondaria di primo grado dell’istituto De Blasi” di Taviano, coordinati dalla referente, la professoressa Virginia Marzano. Hanno vinto ed avuto segnalazioni i componimenti di Alessia Kuli (“Il nonno”, con tutta la nostalgia di una bambina di origini albanesi), Aurora Olivares ((Una persona importante), Alice De Matteis (Sorridi), Lorena Belloni (La diversità), Silvia Francioso (A mia zia).

Il fuori concorso Infine, come ogni anno, fuori concorso hanno espresso la loro vena poetica intorno alla figura di Santa Rita gli ospiti della Rssa, inseriti in un progetto di “terapia occupazionale”. Tra gli applausi di tutti. La manifestazione è stata condotta dalla dottoressa Stefania Romano, instancabile animatrice da 17 anni a questa parte, con brevi interviste finali del direttore di piazzasalento.it, Fernando D’Aprile.

 

 

P