Al via a Otranto il Festival “Giornalisti del Mediterraneo”: fra gli ospiti anche il volto del Tg1 Giovanna Botteri

497

Otranto – Il mondo dell’informazione si dà appuntamento a Otranto per la 12ma edizione del Festival “Giornalisti del Mediterraneo”: dall’1 al 5 settembre, in Largo Porta Alfonsina, tanti appuntamenti con cronisti, intellettuali, esperti e rappresentanti delle istituzioni per riflettere su temi di grande attualità, dall’emergenza Covid all’imminente sfida elettorale.

Il Festival è ideato e organizzato dal giornalista Tommaso Forte, con il patrocinio di Regione Puglia e Provincia di Lecce, e con la partnership del Comune di Otranto. Grande attesa per la serata finale (sabato 5 settembre, ore 20,30) dedicato al Premio “Caravella del Mediterraneo”: i vincitori di quest’anno, che saranno presenti alla cerimonia, sono Giovanna Botteri (Rai Tg1), Renato Coen (Sky Tg24), Francesca Nava (Tpi), Alberto Ceresoli (Eco di Bergamo), Patrizio Nissirio (Ansa) e Sebastiano Lombardi (Rete 4).

Il programma della prima giornata

“Mediterraneo con la mascherina e scenari geopolitici” è il tema del dibattito d’apertura del Festival, martedì 1 settembre alle 20,30. Intervengono Marco Carnelos, ex ambasciatore italiano in Iraq; Fabio Agostini, ammiraglio della Marina Militare e comandante della missione Eunavform-Med IRINI; Paolo Di Giannantonio, Rai Tg1; Paola Moscardino, La 7. Modera Cristina Giudici di NuoveRadici.World.

Si prosegue alle 21,30 con la presentazione del master di I livello in Gestione della pace e dei conflitti dell’Università LUM “Jean Monnet” di Casamassella (Bari). E alle 22 il dibattito sul tema “Diritti e lavoro: la sfida di essere donne”, che vedrà intervenire Tiziana Prezzo di Sky Tg24, la consigliera di parità supplente della Regione Puglia Stella Sanseverino, l’avvocato Francesco Bruni, l’assessore al Lavoro della Regione Puglia Sebastiano Leo e la Consigliera nazionale di Parità Serenella Molendini, con la giornalista Rosaria Bianco come moderatrice.

Uno scatto dall’edizione 2019

Chiude la serata l’approfondimento sul tema “Il dialogo dopo il Covid-19. Porti, sicurezza, accoglienza, politica euro-mediterranea”. Ospiti il magistrato Francesco Mandoj; il docente di Diritto costituzionale alla Lum Francesco Alicino; Gigi Spedicato, docente di Sociologia presso l’Università del Salento; e Tiziana Prezzo, Sky Tg24. Modera Paolo Di Giannantonio, Rai Tg1.

Gli altri appuntamenti 

Al Festival “Giornalisti del Mediterraneo” si parlerà anche di “Ambiente: il ruolo della Regione Puglia al Parlamento europeo” (mercoledì 2 settembre, dalle ore 9 alle 13 presso il castello aragonese); il compito del cronista nel raccontare l’emergenza Covid, e il rapporto donne/politica e parità di genere nella legge elettorale (3 settembre in Largo Porta Alfonsina, rispettivamente alle 20,30 e alle 23).

In calendario, fra gli altri, anche approfondimenti su cooperazione internazionale e trasporto transfrontaliero (4 settembre al castello aragonese, dalle ore 9 alle 13); “Covid e fake news: il rischio di inquinare la notizia” (4 settembre in Largo Porta Alfonsina alle 22,30).

Il programma completo del Festival con il dettaglio di tutti gli incontri si può scaricare qui.