Casarano – L’Istituto economico “De Viti De Marco” è la prima scuola in Puglia, la quinta in Italia, ad avviare il progetto pilota per l’apprendistato di primo livello. Grazie a tale progetto, quindici studenti del quinto anno potranno ottenere il diploma mediante un percorso di apprendistato. Il protocollo tra l’Istituto diretto da Maria Grazia Cucugliato e dodici aziende del territorio è stato sottoscritto lo scorso martedì. L’apprendistato di primo livello, che prenderà avvio a novembre, durerà in tutto 990 ore, suddivise tra scuola e azienda. «Il progetto rappresenta un’esperienza di integrazione pubblico-privata con il coinvolgimento – spiega la Cucugliato – di imprese operanti soprattutto, ma non solo, nei settori turistico e dell’agroalimentare, nell’ottica di una piena valorizzazione delle potenzialità presenti sul nostro territorio».

Le aziende coinvolte insieme ad Ascla Gli studenti saranno ospitati dall’ente di formazione Ascla di Casarano, dall’azienda agricola Adamo di Alliste, da Casa della pasta di Taviano, Terra nostra di Ugento, Texil 3 di Parabita, Trasporti Primiceri di Casarano, Scoglio di Pirro di Ugento, liquorificio Essentiae del Salento di Ugento, Branca Gel di Casarano, Caroli Hotels di Gallipoli e Santa Maria di Leuca, biscottificio Preite di Casarano, Gardenia immobiliare di Ugento.

«L’apprendistato duale – aggiunge Giulio Lisi, docente di economia aziendale e referente del progetto – prevede la contemporanea azione di istituzioni formative come la scuola e di una parte di formazione che viene completata in azienda». Peraltro, le ore svolte nelle imprese saranno retribuite e consentiranno l’accantonamento contributivo. Di “piccola rivoluzione” parla Giuseppe Negro, presidente di Ascla, l’ente di formazione che affianca in qualità di partner tecnico l’Istituto scolastico nell’attuazione del percorso. «L’aspetto davvero rivoluzionario – conclude Negro – è che dalla conclusione degli studi all’entrata nel mondo del lavoro il passaggio sarà immediato».

Pubblicità

Commenta la notizia!